A cura della Redazione
Pompei. Cultura e libri, il "Bookcrossing" a La Cartiera Negli Stati Uniti si chiama "Bookcrossing", ed è uno dei fenomeni socio-culturali del momento. Liberare i libri perché possano essere trovati e, così, condivisi con altre persone. Il Bookcrossing funziona come una sorta di enorme biblioteca aperta a tutti: in pratica è possibile mettere in comune i propri libri e prenderne in prestito altri (senza alcun passaggio di denaro), così che, di mano in mano, i volumi possano uscire dal circuito commerciale e arricchire il patrimonio di conoscenza comune. Un modo ideale per far circolare il sapere, col viaggio no-stop delle secolari o attuali parole scritte dagli autori. Dal 10 novembre al 2 dicembre sarà attiva una bookcrossing zone all’interno del centro commerciale La Cartiera di Pompei, un’area allestita ad hoc e dedicata allo scambio di testi tra lettori di ogni età. Presso la galleria del Centro saranno allestiti dei punti di scambio e di lettura che gli amanti del libro potranno usare in maniera libera e gratuita. Iniziativa originale e completamente gratuita organizzata dalla Sogeprim, società di gestione del centro commerciale, in partnership con l´associazione culturale “Hobbisti Millemani”, per promuovere il piacere della lettura anche tra sconosciuti. Chiunque infatti potrà portare i propri volumi e ritirarne altri. La procedura è semplice e affascinante. Tomi e tometti verranno registrati nel sito internazionale di Bookcrossing (il website, nato nel 2001, conta la registrazione di circa 3 milioni di volumi), verrà assegnato loro un codice univoco – il BCID - che sarà riportato sullo stesso testo, con etichetta o a mano. Il codice sarà il passaporto permanente del libro, che potrà viaggiare liberamente in tutto il mondo. Chi lo ritroverà potrà registrarne il ritrovamento, immettendo semplicemente il codice online. Sul sito è possibile sapere dove è stato lasciato, regalato, volutamente dimenticato, dato in beneficenza... Il libro inizia così un viaggio, le cui tappe sono indissolubilmente legate agli spostamenti di chi trova il volume, lo legge, e poi lo riconsegna all´avventura di un nuovo lettore, comunicandone la nuova ubicazione. E il suo originale proprietario potrà così seguirne il percorso, anche attraverso i commenti di quanti lo leggeranno. Il Bookcrossing della Cartiera si avvarrà della collaborazione di case editrici, librerie e scrittori. Nel centro commerciale saranno organizzati incontri periodici con autori e operatori del mondo culturale. MARIA CONSIGLIA IZZO