A cura della Redazione
C.mare di Stabia. Stazione Fs, Sel e Verdi: denunceremo Trenitalia «Solo un sindaco privo di dignità e di senso delle istituzioni può affermare certe cose». È il commento durissimo di Francesco Emilio Borrelli, commissario regionale dei Verdi Ecologisti, e Tonino Scala, responsabile enti locali di Sel, sull´ennesimo attacco del dimissionario sindaco Luigi Bobbio contro la riapertura della Stazione della città e contro il trasporto su ferro. «Il sindaco - continuano - in una nota ufficiale ha reso noto che il blocco dei treni, che hanno lasciato a piedi decine di persone, non è stato casuale e fa intendere che alle spalle di questa vicenda ci sarebbe un suo intervento personale indirizzato ai vertici di Trenitalia. Ciò sarebbe di una gravità inaudita e illegale. Le Ferrovie dello Stato non possono fermare un treno per le pressioni politiche di un sindaco arrogante. Non si può annunciare il ritorno dei treni con comunicati, comunicazioni con l’apertura della stazione e poi improvvisamente senza avvisare nemmeno gli utenti sopprimere le corse». Borreli e Scala si dichiarano pronti a denunciare i vertici di Trenitalia «per interruzione di pubblico servizio e per aver dato false comunicazioni ai cittadini creandogli danni e disagi - si legge in una nota -. Un sindaco dimissionario perché privo di maggioranza che non ha ancora approvato il bilancio, con una città che langue mentre lui passa le giornate a polemizzare con chiunque sta ancora una volta giocando con la città e gioca con la pelle dei pendolari probabilmente con la complicità di qualche dirigente compiacente di Trenitalia. Ci auguriamo che presto questo triste gioco al massacro possa terminare. La città non è una pazziella in mano ad un bambino viziato».