A cura della Redazione
Pompei. Grande attesa per la Supplica del 7 ottobre Grandi preparativi a Pompei. Il mese di ottobre, insieme a quello di maggio, è dedicato alle celebrazioni in onore alla Madonna del Rosario. A pochi giorni dall’apertura dell’Anno della Fede, indetto da Papa Benedetto XVI nel cinquantesimo anniversario dell’inizio del Concilio Vaticano II, e nel ventesimo della pubblicazione del Catechismo della Chiesa cattolica, il Santuario di Pompei si prepara a festeggiare due grandi eventi. Venerdì 5 ottobre è la ricorrenza del Beato Bartolo Longo. I festeggiamenti culmineranno con la concelebrazione eucaristica presieduta da mons. Giuseppe Adamo, Vicario Generale della Diocesi di Pompei, che sarà seguita dalla processione con l’Urna del Beato attraverso via Roma, via San Michele e, infine, piazza Bartolo Longo. Prima del rientro in Basilica e della chiusura del Quadro prodigioso, l’Associazione “Amici di Bartolo Longo” donerà alla città ed ai pellegrini presenti uno spettacolo di fuochi d’artificio. La Chiesa di Pompei renderà omaggio fin dalle prime luci dell’alba al Fondatore di Pompei e della sua Basilica. Le celebrazioni avranno inizio di buon ora. Alle 6.30 il “Buongiorno a Maria”. Alle 9.30, don Andrea Fontanella, parroco di S. Maria Assunta in Cielo, presiederà la solenne concelebrazione Eucaristica insieme al clero di Pompei. Vi prenderanno parte gli studenti delle scuole primarie cittadine. Alle 11.30, don Ivan Licinio celebrerà la santa Messa, cui parteciperanno gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. In serata, alle 18, è prevista la Novena d’impetrazione, composta dal Beato Bartolo Longo nel luglio del 1879, precederà la discesa del quadro della venerata Icona della Madonna di Pompei, cui seguirà la recita del Santo Rosario. Le corone dei partecipanti saranno benedette dai sacerdoti. La Recita della Supplica alla Madonna del Rosario è prevista per domenica 7 ottobre, come da tradizione. Già sabato partiranno i momenti di preghiera che culmineranno con la veglia che culminerà nella concelebrazione Eucaristica presieduta dall’Arcivescovo e Delegato Pontificio di Pompei, mons. Carlo Liberati. Durante la notte e fino alle prime ore proseguirà incessantemente la preghiera. Nel giorno della Supplica, la concelebrazione Eucaristica sarà presieduta da mons. Adriano Bernardini, Arcivescovo titolare di Faleri, Nunzio Apostolico in Italia. Le celebrazioni della santa Messa (ore 10.30) e della Supplica (ore 12.00) si svolgeranno sul sagrato della Basilica, davanti alla facciata dedicata alla Pace Universale, e saranno precedute dal saluto dell’Arcivescovo Liberati. Decine di migliaia di fedeli arriveranno a Pompei. Un servizio d’ordine eccezionale predisposto dalla dottoressa Maria Rosaria Romano (dirigente del Commissariato di Polizia pompeiano) assicurerà, come negli anni passati, lo svolgimento delle funzioni religiose in un contesto di massima tranquillità. Milioni di fedeli potranno ascoltare la Messa e la Supplica alla Vergine su Canale 21, mentre Raiuno trasmetterà a partire dalle 12 la diretta della sola Supplica. MARIO CARDONE