A cura della Redazione
Ercolano. Nasce la prima pizza «archeologica» Questa mattina, presso il nuovo Parco Miglio d’Oro, i maestri pizzaioli dell’Accademia della pizza a regola d’arte hanno infornato la prima “Pizza del Vesuvio”, in un forno in pietra lavica e realizzata come accadeva nell’Antica Roma quando la pizza era più simile a una focaccia (detta offa o placenta) e veniva insaporita al massimo con sugna e pepe, ripresa poi nel ‘500 a Napoli con il nome “mastunicola”. Nella città degli Scavi, dunque, la prima pizza archeologica, con un’innovazione che consiste nella sostituzione della mozzarella con il nuovo formaggio salutare “Gran Vulcano”, della ditta Sapori del Sole di Agerola, che sta per far partire un tour nazionale: lo scopo è di promuovere questo prodotto macrobiotico, adatto per diabetici, celiaci etc., in alternativa alla mozzarella sulla pizza. Il ricavato del tour, cui aderisce l’Accademia presieduta da Vincenzo Varlese, andrà in beneficenza alla Cooperativa Onlus Bergognoni di Lodi, fondata da Angelo Frosio. In mattinata si sono anche conclusi i campionati mondiali della pizza a regola d’arte, tenutisi il 24,25 e 26 settembre, che hanno visto sfidarsi numerosi pizzaioli provenienti da tutto il mondo: suggestive le esibizioni di pizza larga e free style che hanno visto alcuni maestri pizzaioli cimentarsi in vere e proprie acrobazie con i dischi di pasta. La manifestazione si è svolta nell’ambito del «Pizza Show», al via il 21 settembre nel Parco del Miglio D’Oro e che si concluderà domenica 30. Una kermesse dedicata alla pizza, promossa dall’ Accademia in collaborazione con l’Ascom Confcommercio di Ercolano e con il patrocinio morale del Comune di Ercolano, dell’Ordine dei tecnologi Alimentari di Campania e Lazio, della Pro Loco Herculaneum e dell’A.Mi University, l’Università di Scienze Naturali di Milano. «Per la prima volta nella storia della pizza napoletana – ha detto Vincenzo Varlese, presidente dell’Accademia- è stata infornata la pizza del Vesuvio, nella stessa modalità in cui la facevano gli antichi. Non a caso questo è avvenuto nella città di Ercolano: luogo prestigioso che abbiamo scelto per iniziare un percorso di rilancio della pizza e delle bellezze archeologiche nostrane in tutto il mondo». Il Pizza Show proseguirà fino a domenica con concerti e spettacoli: venerdì 28 il concerto di Gigi Finizio e domenica 30 l’esibizione di Luca Sepe. Promossa, nel corso dell’iniziativa, anche la “pizza senza glutine” per celiaci di Nicola Ricci di San Giorgio del Sannio e l’alta pasticceria dell’Associazione Pasticcieri di Napoli. La realizzazione dell’evento è stata possibile grazie agli sponsor: Antico Molino Caputo; Birra Paulaner; Pomodori Cirio; Latteria Sorrentina; Torretta Olio Extravergine di Oliva; Msc Crociere. Fotografando Alfio Martone fotografo ufficiale della manifestazione. FRANCESCA MARI