A cura della Redazione
Sorrento. Antonetti (IdV) critica le scelte del sindaco Cuomo “Riteniamo del tutto contraddittoria ed inopportuna la scelta dei nuovi assessori che hanno ricoperto questa carica già nei precedenti 10 anni di amministrazione Fiorentino: dov’è finito il leitmov dell’ultima campagna elettorale del candidato sindaco Cuomo, quella tanto sbandierata discontinuità nella continuità? Non c’è nessuna novità, sempre gli stessi nomi!". Sono le parole del coordinatore dell´Italia dei Valori in Penisola Sorrentina, Giovanni Antonetti. "Come è del tutto inopportuna -prosegue l´esponente dell´IdV -, a nostro avviso, la decisione di non affidare ad alcun assessore le deleghe al turismo ed al bilancioche, da oggiAggiungi un appuntamento per oggi, saranno gestite direttamente dal sindaco in aggiunta a quella, già impegnativa, della cultura: una mole di lavoro davvero notevole, visto il divieto a carico dello stesso sindaco, stabilito dall’articolo 33 dello Statuto comunale, di conferire deleghe, anche informali ai Consiglieri Comunali.! Mi auguro, per il bene dei cittadini e dell’intero comparto alberghiero, che riuscirà ad esserne all’altezza. Ora, in questi ambiti, dovranno essere assunti i primi fondamentali provvedimenti, che riguardano da vicino i problemi della gente e dell’economia locale. Dall’istituzione della tassa di soggiorno sino a fine agosto - dichiara ancora Antonetti -, sono stati incassati oltre 1 milione e 500mila euro, adesso cittadini ed albergatori attendono le decisioni del sindaco in merito all’utilizzo di questa somma: saranno investite in opere pubbliche, nella sistemazione delle strade, nel potenziamento di servizi turistici, oppure serviranno a coprire buchi di bilancio? In qualità di titolare della delega al bilancio, il sindaco, ha già predisposto un piano per le alienazioni degli immobili comunali finalizzato al reperimento di fondamentali risorse economiche? Come titolare della delega alla cultura ed al turismo quali decisioni prenderà il sindaco per risolvere il problema dell’incuria, del degrado e dell’ abbandono in cui versano siti di interesse culturale e turistico come i Bagni della Regina Giovanna, la pineta Le Tore e l’area archeologica dei Cisternoni di Spasiano? E questi sono solo alcuni dei primi problemi da affrontare", ha concluso Antonetti. COMUNICATO