A cura della Redazione
Boscoreale. Biblioteca, avviso di garanzia per il sindaco? Avviso di garanzia per il sindaco di Boscoreale, Gennaro Langella (foto), e quattro assessori. Il provvedimento sarebbe stato emesso dalla Procura di Torre Annunziata che indaga sull´affidamento della gestione all´associazione "Gli Amici" della biblioteca comunale "Cangemi", nel rione Marchesa, inaugurata nel maggio scorso. Le indagini sono state avviate a seguito di un esposto dei consiglieri di opposizione di UdC, IdV e Pd. Sotto accusa una delibera di giunta che, a detta della minoranza, conteneva «una serie di irregolarità ed inadempimenti ed atti contra legem che rendevano l’atto gravemente illegittimo», recita una nota dell´opposizione. In sostanza, non sarebbe stata data l´agibilità dei locali da parte dell´Ufficio Tecnico, ed in secondo luogo bisogna capire i motivi per il quali il servizio non è stato affidato ai dipendenti comunali. E´ pur vero, che lo stesso Langella aveva dichiarato che la gestione della biblioteca sarebbe avvenuta «in forma del tutto volontaria e senza alcun tipo di retribuzione». «Il sindaco Langella venga in Consiglio a spiegare cosa sta succedendo - scrivono gli esponenti di UdC, IdV e Pd -, ci spieghi perché i suoi assessori stanno prendendo le distanze dal suo operato, ci spieghi se il malessere della maggioranza non provenga anch’esso dal fatto che nemmeno i consiglieri e gli assessori della maggioranza partecipano alle scelte che riguardano l’Amministrazione del Comune, salvo poi essere chiamati da un avviso di garanzia a condividere responsabilità ben più gravi di quelle politiche». Sulla vicenda, il primo cittadino non ha rilasciato ancora alcuna dichiarazione. «Pensa davvero il sindaco Langella - prosegue la nota dell´opposizione - di ricoprire la gravità di quello che sta succedendo con il silenzio, sfuggendo al confronto o con un paio di manifesti che raccontano le favole dei successi dell’Amministrazione? Risponderà alla presente che è tutto sotto controllo e che ha fiducia nel lavoro dei magistrati? Noi non abbiamo alcuna fiducia in lui, né nel modo in cui lui pensa di controllare o tenere sotto controllo la situazione politica amministrativa di Boscoreale. E l´avviso di garanzia conferma tutti i nostri dubbi e le nostre perplessità sull´operato del sindaco Langella a cui chiediamo, con forza, di fare subito chiarezza, se gli è possibile, oppure di farsi da parte - concludono i partiti di minoranza -, come le circostanze sembrano opportunamente richiedere, per il bene del paese».