A cura della Redazione
Ottaviano. La XIII edizione della Sagra di San Giovanni Al via la XIII edizione della Sagra di San Giovanni: musica, spettacolo e tradizione si rinnovano in un quattro giorni di eventi nel rione storico ottavianese dal 22 al 25 giugno. Sarà il quartiere dove la pietra diventa storia, ma soprattutto dove la genuinità dei suoi residenti riesce a conservare ogni passo della memoria, anche quest’anno a darvi appuntamento in un programma ricco di sorprese. Si parte venerdi sera alle 18,00, quando per le strade del rione di San Lorenzo e San Giovanni il gruppo degli “Sbandieratori- Cavensi” di Cava dei Tirreni sfilerà a ritmo di tamburo. Alle 20,30 invece in scena saranno i piccoli artisti, che guidati dal maestro Saverio Miranda, regaleranno le più belle note delle canzoni italiane e non. Sabato 23 giugno invece sarà la volta di un pomeriggio con il gruppo folkloristico “La Paranzella Vesuviana” sempre per le strade del rione e la sera alle 20,30 grande spettacolo in concerto con il gruppo in vetta alle hit parade, da Capri ad Ottaviano, nonché colonna sonora e tormentone dell’estate 2012 “Quisisona band” . Domenica si cambia scenario: lo sport prenderà spazio con la proiezione attraverso il maxi schermo della sfida degli europei Italia Inghilterra. Per il gran finale invece lunedi l’appuntamento è con i piccoli cantori in concerto che si esibiranno in una sfida fatta di musica ma soprattutto di talenti. In tutte e quattro le sere la sagra degli antichi sapori farà da cornice: caratteristici gazebo allestiti proporranno un menu ricco di gusto e soprattutto prelibatezze. “E’ un’occasione per incontrarsi e condividere insieme esperienze diverse – spiega don Antonio Fasulo – dalla musica ai sapori, dai giovani agli anziani, tutte perle del nostro territorio come del nostro rione. La sagra rappresenta un momento di festa, un appuntamento fisso che ormai si replica da tredici anni dove non solo vi sarà la possibilità di gustare prodotti tipici ma anche di ascoltare piccoli talenti della nostra città che potranno dimostrare le loro capacità talentuose. Quest’anno – conclude don Antonio - però ci sarà anche un importante novità: parte del ricavato sarà consegnato al Vescovo della Diocesi di Nola Beniamino De Palma per la mensa fraterna di San Giuseppe che raccoglie tutte le persone bisognose del nostro territorio” . La kermesse organizzata dalla Famiglia parrocchiale di San Giovanni e San Lorenzo con l’Associazione “Incontriamoci insieme e facciamo festa” gode del patrocinio del comune di Ottaviano e dell’ente Upi. “Il vero merito va soprattutto a quanti lavorano in cabina di regia – ha invece spiegato il Presidente dell’Associazione Andrea Nocerino – è una catena di montaggio che ormai da tredici anni funziona da sola, un motore come quello del rione di San Giovanni che riesce sempre a mantenere le tradizioni come quella dei sapori ma sopratutto attirando giovani attraverso il Cantabimbo che ogni anno ci regala delle straordinarie performance” .