A cura della Redazione
Pompei. Questione loculi, iniziativa del Forum delle Associaizoni Tre diverse sedi sono state impegnate, in tre diverse date, dal Forum delle associazioni sulla problematica relativa al caro-loculi del cimitero. Argomento che ha avuto vasta eco sulla stampa e che ha visto il Forum, coordinato da Ferdinando Uliano, impegnato in precedenti iniziative a favore della trasparenza in un atto amministrativo che investe un settore molto delicato della vita sociale e che, proprio per questo, dovrebbe fornire chiare risposte alla perplessità dei cittadini. In particolare, vengono posti dei quesiti ben precisi all’assessore Manocchio e compagni. Riguardano il silenzio dell’Amministrazione di Pompei sul mancato rilascio della documentazione richiesta ufficialmente ai sensi della trasparenza: la mancanza di informativa, a coloro che sono i “potenziali concessionari”, sull’ubicazione, i materiali impiegati, la struttura architettonica dei loculi ed il budget dei costi. Il motivo per cui un progetto che prevedeva un finanziamento (anno 2010) con contributo regionale si è trasformato in un progetto autofinanziato. Come mai a Pompei i loculi sono costati mediamente il doppio rispetto a quelli costruiti in cimiteri di paesi limitrofi che hanno previsto anche l’acquisto del suolo? Come mai i cittadini sono stati obbligati ad anticipare il 50% del costo di ogni loculo prenotato contestualmente alla domanda e non all’inizio dei lavori come avviene normalmente in casi del genere? Infine, da considerare il il perché della mancata restituzione dell’anticipo versato che vale come prelazione per future assegnazioni. Giustamente, considerati gli alti costi, qualche pompeiano potrebbe decidere di andare a morire altrove. Si segnala la civile iniziativa del Forum delle Associazioni di indire non uno ma ben tre pubblici incontri con i cittadini su quello che sta diventando un vero e proprio caso civile di libertà e di costume a Pompei. Il giorno 21 giugno, alle ore 20.00, è previsto il primo convegno presso la Parrocchia San Giuseppe Sposo della B.V. Maria in via Aldo Moro (zona sud di Pompei). Il 29 giugno, alle ore 20.00, è fissato il secondo convegno presso la Parrocchia Immacolata Concezione di via Tre Ponti (zona nord di Pompei). Infine, il 6 luglio, alle ore 18.30, si terrà il terzo incontro nella sala Marianna De Fusco (per il centro storico di Pompei) presso la Cittadella Cattolica del Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei. Sintomatica la tacita adesione all´iniziativa della Chiesa di Pompei. Difatti sono stati concessi siti religiosi per i convegni dei cittadini dove, corre voce, ci dovrebbe essere la partecipazione diretta dei parroci delle varie parrocchie e dello stesso Arcivescovo Prelato di Pompei, Carlo Liberati. MARIO CARDONE