A cura della Redazione
C.mare di Stabia. Il sindaco Bobbio: «Resto al mio posto» “Sono, ed è mia intenzione restare, l’orgoglioso sindaco di Castellammare di Stabia. Candidandomi ed essendo eletto, ho assunto un impegno con la città che intendo mantenere soprattutto adesso che, dopo due anni di duro lavoro per riportare un po’ d’ordine e legalità nel caos lasciatomi in eredità, si cominciano a vedere importanti risultati e il fermo avvio di un ormai chiaro percorso di rinascita civile. Potrei rinunciare solo se si dovesse ripetere qualche episodio di politica politicante che dovesse rendermi troppo difficile o impossibile raggiungere l’unico vero obiettivo che mi sono prefisso: far rinascere la nostra città”. Lo ha detto il sindaco di Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio (foto). “Chiarisco a beneficio di tutti, anche di chi dovesse essersi fatto qualche strana idea o stesse cercando di veicolarla ad arte, che, se nei percorsi prossimi venturi della politica, mi si dovesse presentare l’alternativa tra un’opzione politica di tipo diverso confliggente con il mio mandato di sindaco rinuncerei alla prima preferendo restare il sindaco della mia città per portare a termine il mandato e candidandomi per un secondo – ha aggiunto Bobbio -. Se qualcuno sta vedendo un film diverso, uscisse dalla sala, pagasse un nuovo biglietto e si venisse a sedere nella sala giusta. Se la politica politicante, mi dovesse costringere a lasciare prima del tempo, un nano-secondo dopo le dimissioni sarei già candidato sindaco della mia città. Alla politica stabiese, dico solo: andiamo avanti nell’esclusivo interesse di Castellammare di Stabia – ha concluso il primo cittadino – lasciando alle spalle posizioni personali e fissazioni più o meno ossessive”. COMUNICATO