A cura della Redazione
C.mare di Stabia. FLI commemora la nascita di Borsellino «In alcune città della Campania il messaggio del magistrato Paolo Borsellino, così come quello di Giovanni Falcone, fa ancora paura e ciò vuol dire che loro avevano visto veramente lungo». E´ quanto sostiene Antonio Sicignano, consigliere comunale di Castellammare di Stabia ed esponente di Fli, che ha partecipato ieri mattina all´iniziativa organizzata da Fli Napoli, durante la quale è stata deposta una corona di fiori sulla lapide delle vittime del crimine in piazza Vittoria a Castellammare di Stabia, in concomitanza con l´anniversario della nascita di Paolo Borsellino. «Si pensi che nella città dove sono consigliere comunale - spiega Sicignano - Castellammare di Stabia, città tristemente nota per vicende legate allo strapotere dei clan camorristici, nonostante in data 21.12.2010, proprio su mia iniziativa, fu dedicata, in segno di sfida alla camorra, l´aula consiliare ai magistrati Falcone e Borsellino, ancora oggi manca persino la targa commemorativa. Ciò, nonostante i miei tanti solleciti indirizzati, anche pubblicamente, alle Autorità Competenti. Tutti puntualmente inevasi. A volte mi viene quasi da pensare che qualcuno abbia indirizzato verso questo dedica una vera e propria fatwa» «Nei prossimi giorni scriverò ai presidenti di Camera e Senato, oltre che al Prefetto, affinché intervengano su questa vicenda e facciano in modo che nel consiglio comunale stabiese sia quanto prima istallata la targa in onore di Falcone e Borsellino». COMUNICATO