A cura della Redazione
Boscoreale. Un successo la Giornata comunale per la Legalità Grande partecipazione di cittadini alla prima "Giornata comunale per la Legalità". Lunedì 9 gennaio, circa mille di persone hanno preso parte alla marcia partita dalla casa comunale e che ha attrevrsato, poi, le strade di Boscoreale. Alla testa dcel corteo, gli studenti delle scuole boschesi, seguiti dalle autorità civili e militari. La manifestazione è stata promossa dall´Amministrazione guidata dal sindaco Gennaro Langella, che ha dedicato l´evento a due vittime innocenti di camorra: il marescaillo dei carabinieri Luigi D´Alessio, ucciso durante un conflitto a fuoco l´8 gennaio 1982, e Rosa Visone, giovane 16enne che si trovava lì per caso ed è stata ammazzata da un proiettile vagante. La giornata è stata contrassegnata da dibattiti e mostre, come quella degli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado, che hanno realizzato dei lavori sul tema della legalità. Premiato anche il vincitore della borsa di studio "Il mio impegno per la legalità". ”E’ stata una grande festa - ha commentato emozionato il sindaco Langella -. Un momento solenne di unità della città che in due giorni si è unita all’amministrazione per sostenere la legalità in tutte le sue forme. Stiamo investendo impegno e risorse per riaffermare in ogni momento i valori assoluti della legalità, per incidere fortemente nel tessuto urbano, per sollecitare il senso di appartenenza della nostra comunità alle Istituzioni e quindi alle regole e alla legalità. Vedere la partecipazione gioiosa e convinta di centinaia di giovani è la riprova della bontà della nostra azione. Il riconoscimento del Presidente della Repubblica alla nostra città e la presenza al nostro fianco del vicario del Prefetto, del comandante provinciale dei Carabinieri e di un autorevole esponente della magistratura, ci onorano e contribuisce a farci raddoppiare l’impegno”. “Abbiamo piantato un seme che sboccerà a breve - ha affermato Giovanni Acanfora, assessore alle Politiche sociali, giovanili e della famiglia, promotore dell’iniziativa -. Per due giorni la nostra comunità, mostrando un senso senza uguali di legame alle Istituzioni, ha contribuito al successo dell’evento".