A cura della Redazione
Boscoreale. Niente riscaldamento nelle scuole, il sindaco accusa l´Enel Energia Il sindaco Gennaro Langella (foto) interviene sull´episodio del mancato pagamento delle bollette, che ha provocato l´interruzione dell´erogazione dell´energia elettrica presso il II e III Circolo didattico di Boscoreale. Gli alunni sono rimasti, infatti, senza riscaldamento e luce, impossibilitati a svolgere regolarmente le lezioni e le altre attività scolastiche. "E’ intollerabile quanto accaduto - ha commentato, seccato, il sindaco Gennaro Langella -. Non si agisce così". Il primo cittadino chiarisce che "l’erogazione del servizio di energia elettrica è passata dall’Enel alla consociata Enel Energia, senza però che, con il Comune, sia mai stata perfezionata amministrativamente e contrattualmente la posizione". Langella sottolinea poi che la Società ha interrotto "arbitrariamente e senza alcun preavviso il servizio, creando inimagginabili disagi e difficoltà alle centinaia di famiglie abitanti gli alloggi del Piano Napoli che si sono ritrovati con le scale al buio". Sulla vicenda, nella giornata di ieri, era intervenuta anche l´opposizione. IdV, Pd e UdC, in un comunicato, avevano accusato l´Amministrazione: "E’ strabiliante e vergognoso - hanno dichiarato i tre partiti - che nel terzo millennio una macchina amministrativa, politica e burocratica, si faccia cogliere di sorpresa in questi termini, creando disservizi e soprattutto mlasciando al freddo bambini della scuola elementare e dell’infanzia. Le dimissioni immediate di questi amministratori - conclude la nota - sarebbero sicuramente un atto d’amore verso la nostra comunità!". Nel frattempo, il sindaco annuncia una possibile azione risarcitoria nei confronti di Enel Energia per l´interruzione di un pubblico servizio e procederà ad avviare indagini interne per accertare se vi siano responsabilità dei dirigenti comunali.