A cura della Redazione
Boscoreale. Proteste antidiscarica, Pd solidale con gli indagati Pubblichiamo il manifesto del Partito Democratico di Boscoreale in merito ai trentuno cittadini indagati per le proteste antidiscarica. Una manifestazione civile e democratica ha avuto come epilogo avvisi di garanzia a pioggia. Il Partito Democratico di Boscoreale, a chiusura delle indagini della magistratura che hanno riguardato le manifestazioni antidiscarica dei mesi scorsi, ritiene opportuno rendere pubbliche alcune considerazioni: - si accoglie con soddisfazione l’esito del lodevole operato della magistratura, che ha chiarito una volta e per tutte, l’inesistenza nelle proteste sia di infiltrazioni camorristiche che di presenze eversive; - si auspica che altrettanta chiarezza possa essere fatta in merito alle reiterate denunzie da parte di cittadini e comitati circa l’inquinamento delle falde acquifere a causa dello sversamento di materiali altamente tossici nella discarica Sari, che uno scellerato decreto del Governo Berlusconi, tra l’indifferenza delle autorità regionali, provinciali e locali, ha permesso in deroga alle leggi e al buon senso. Da quanto premesso, emerge la necessità di analizzare i fatti contestati agli indagati che hanno chiamato in causa un’intera comunità a difesa del proprio territorio. Una comunità che ha partecipato nella stragrande maggioranza in modo civile e democratico, a cui va riconosciuto il merito di aver fatto fino ad oggi barriera ad un ulteriore scempio del territorio e che ha avuto l’unico torto di difendere il proprio ambiente e la salute dei loro familiari. I cittadini si sono sostituiti prima di tutto ai Sindaci e a tutti coloro che avrebbero dovuto essere il primo argine nei confronti di tale disgrazia per il nostro territorio. Quelli che, come il sindaco Langella, hanno “goduto” delle luci della ribalta, hanno oggi l’obbligo, quanto meno morale, di affiancare e sostenere quei concittadini che stanno pagando per aver difeso il diritto alla salute e ad una vita migliore. O dobbiamo pensare che quando le luci sono spente i Sindaci sono ritornati a coltivare gli interessi del proprio orticello? E mentre il Sindaco dorme e sbadiglia, la Sari è piena, 31 cittadini sono indagati e dovranno subire un’onta deprimente, il futuro, tra allargamenti e nuove discariche, è incerto e minaccioso. Il Partito Democratico di Boscoreale è vicino a tutti questi cittadini e si augura che molto velocemente la magistratura competente riconsegni loro la dignità offesa. PARTITO DEMOCRATICO DI BOSCOREALE