A cura della Redazione
Pompei. La città mariana si prepara alla Supplica. Il programma religioso Iniziati i preparativi per la Supplica di ottobre. La città indossa, come ogni anno, il suo abito migliore: si taglia il prato e si potano le piante delle aiuole, si mettono i fiori nei vasi, si cambiano le bandiere, si ripulisce la fontana della piazza, si eliminano logori striscioni pubblicitari dal centro storico. E´ anche il momento delle forze dell’ordine (polizia, carabinieri e vigili urbani) di dare esempio di efficienza e tutela esemplare dell’ordine pubblico. A sua volta, il personale del Santuario, dai sacerdoti ai commessi, si fa carico della cura di ogni dettaglio organizzativo della cerimonia religiosa che sarà trasmessa in televisione su Napoli-Canale 21 e Tele Radio San Pietro (canale SKY numero 858 o frequenza libera 11179 orizzontale). Sono attesi a Pompei dai trenta ai cinquantamila pellegrini (dipende dalle condizioni atmosferiche). E’ un momento importante per la macchina economica locale (negozi, ristoranti, alberghi, bar ed operatori turistici di ogni sorta). Per l’occasione è prevista la presenza anche di numerose autorità civili di ogni ordine e grado. Sabato 1 ottobre ripartono le iniziative di preghiera: i momenti di meditazione e di comunione religiosa del Santuario mariano. Si comincia la mattina con il “Buongiorno a Maria”. Alle 6.30 la preghiera alla Madonna, che proseguirà tutti i giorni del mese, tranne la domenica. In serata, alle 20.00, la veglia di preghiera animata dalla Pastorale Giovanile e da quella Familiare, che accompagnerà i fedeli fino alle 24.00, quando avrà inizio la concelebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo e Delegato Pontificio di Pompei, mons. Carlo Liberati. Nel corso della notte del primo ottobre e fino alle prime ore del mattino, si susseguiranno momenti di preghiera, che culmineranno, domenica 2 ottobre, nella celebrazione della Supplica. A presiedere il rito sacro, a partire dalla Santa Messa, sarà il Cardinale Elio Sgreccia, presidente emerito della Pontificia Accademia per la Vita. L’alto prelato, più volte pellegrino a Pompei, aveva officiato in precedenza la rituale preghiera alla Madonna di Pompei nell’ottobre 2008. La celebrazione della santa Messa (ore 10.45) e della Supplica (ore 12.00), come ogni anno, avrà luogo sul sagrato della Basilica. A fare da sfondo, la sua facciata ispirata al tema della pace universale. Non mancherà, come di consueto, il discorso dell’Arcivescovo Liberati. Le celebrazioni di domenica continueranno nel pomeriggio con l’Adorazione Eucaristica e la recita del Santo Rosario. Martedì 5 ottobre, ricorrerà la festa liturgica in onore del Beato Bartolo Longo con un programma ricco di eventi religiosi. Inoltre, sarà portata in processione l’urna contenente le spoglie mortali del Beato pompeiano MARIO CARDONE