A cura della Redazione
C.mare di Stabia. Sgomberati alloggi occupati da immigrati Tornano legalità e vivibilità al Centro antico di Castellammare di Stabia. L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Luigi Bobbio, ha infatti dichiarato guerra alle occupazioni abusive di alloggi di fortuna e terranei abitati – in spregio alle più elementari norme igienico-sanitarie – da famiglie di immigrati e clandestini, costretti a pagare esosi canoni di fitto per pochi metri quadrati. Nelle scorse settimane, a seguito dell’intensificazione delle attività di controllo da parte della polizia municipale disposta dal sindaco, otto locali erano già stati sgomberati. Questa mattina, all’alba, invece, trenta uomini tra agenti di polizia municipale, agenti di Ps e carabinieri del Reparto celere, hanno provveduto a liberare, in esecuzione delle ordinanze del primo cittadino altri sei terranei occupati abusivamente e a identificare i dodici cittadini stranieri che li abitavano. Per la prima volta, è stato anche possibile risalire ai proprietari dei locali, che hanno sfruttato la disperazione di famiglie di immigrati per poter lucrare sulle loro esigenze abitative: sono stati dapprima diffidati dal fittare, nuovamente, i terranei e successivamente ascoltati dalla guardia di finanza per ulteriori accertamenti di natura fiscale. L’operazione rientra nel più ampio programma di monitoraggio abitativo che il sindaco Bobbio ha avviato, nelle scorse settimane, in collaborazione con l’ufficio tecnico comunale e l’Asl, nel Centro antico di Castellammare di Stabia, dove la presenza – sempre più numerosa – di immigrati e clandestini ha già da tempo assunto i contorni di un problema di ordine pubblico. Quella di oggi è comunque solo la prima parte di una operazione di ripristino della legalità in città che vedrà impegnata l’Amministrazione comunale. Nei prossimi giorni, infatti, la polizia municipale di Castellammare di Stabia invierà una dettagliata informativa alla Procura della Repubblica e provvederà a sgomberare i restanti locali ancora occupati abusivamente nel Centro antico. “Continua la dura e infaticabile opera di intervento sul territorio, e in particolare nel Centro antico, per recuperare ai residenti quelle condizioni di vivibilità quotidiana e di legalità diffusa che le passate Amministrazioni gli avevano negato”, ha commentato il sindaco. “Le esecuzione delle mie ordinanze rappresentano una importante risposta ad una problematica che durava da troppo tempo e che i cittadini avevano diritto a vedersi risolvere. Resta da chiedersi come mai nessuno, in passato, si sia seriamente preoccupato di individuare ed applicare, a questi problemi, soluzioni tanto efficaci quanto semplici. Evidentemente, quando manca la volontà…”, ha aggiunto il sindaco. “Devo ancora una volta elogiare, con piacere, la dedizione e il senso del dovere dei dipendenti del Corpo di polizia municipale con i quali, ormai da tempo, stiamo sperimentando con successo una macchina operativa fatta di collaborazione istituzionale con polizia di Stato, carabinieri e guardia di finanza, cui pure vanno a nome di tutta la città i miei ringraziamenti per la continuità e la professionalità del loro impegno sul territorio”, ha concluso Bobbio. COMUNICATO