A cura della Redazione
C.mare di Stabia. Collegamenti Snav verso isole pontine “Castellammare di Stabia, per troppi anni, è stata sottratta al circuito del turismo nazionale e internazionale. Il servizio di collegamento verso le isole Pontine che presentiamo oggi è il primo passo per il rilancio di una città che ha straordinarie potenzialità”. Lo ha detto il sindaco, Luigi Bobbio, presentando questa mattina nell’aula consiliare di Palazzo Farnese il nuovo servizio di aliscafi veloci della Snav sulla tratta Castellammare di Stabia-Napoli-Ischia-isole Pontine. All’incontro hanno preso parte anche il presidente dell’autorità portuale Luciano Dassatti, l’amministratore delegato di Snav, Raffaele Aiello, e il comandante della locale capitaneria di porto Giuseppe Menna. “La nostra città può offrire ai turisti bellezze incomparabili e attrazioni di grande appeal, come le Terme, l’area archeologica, il monte Faito. Siamo la naturale porta d’accesso al mare di un enorme bacino di utenza che va dalla Penisola sorrentina fino al Nolano e ai paesi vesuviani. Con quest’iniziativa, ci candidiamo ad affiancare Napoli nell’offerta di accesso al golfo”. Nel corso della presentazione, il primo cittadino ha ringraziato “il presidente dell’Autorità portuale Dassatti e il comandante Menna per il supporto offerto al progetto” e, in particolare, “l’ad della Snav, Raffaele Aiello, che ha creduto in noi e ha offerto il massimo della collaborazione per condurre in porto questo risultato. Sono convinto che, rapidamente, riusciremo ad estendere i collegamenti fino alle isole Eolie”. Il servizio prevede corse da Castellammare fino alle Pontine (e ritorno) nel week end a prezzi altamente competitivi con la possibilità di parcheggio nel porto stabiese a 5 euro per l’intera giornata. “Le fermate intermedie di Napoli e Ischia”, ha concluso Bobbio, “sono particolarmente importanti per sviluppare sia il turismo mordi e fuggi sia quello stanziale. Sono sicuro che tantissimi viaggiatori riterranno molto più comodo partire per le isole del Tirreno da Castellammare piuttosto che dal capoluogo, così da creare un circuito virtuoso dal punto di vista della movimentazione turistica in entrata e in uscita da Castellammare”. COMUNICATO