A cura della Redazione
C.mare di Stabia. Fincantieri, i senatori Pd scrivono al ministro I senatori del Pd Teresa Armato, Alfonso Andria, Annamaria Carloni, Franca Chiaromonte, Enzo De Luca e Maria Fortuna Incostante hanno inviato una lettera al Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani "affinché intervenga prontamente per affrontare la grave crisi del settore della cantieristica italiana, in particolare dello stabilimento Fincantieri di Castellammare per non disperdere un patrimonio così importante per il nostro paese". "Dopo la minaccia di chiusura a seguito dell´adozione del Piano Fincantieri, fortunatamente ritirato il 3 giugno scorso, Romani ha definito il ritiro del Piano un passaggio obbligato e ha sottolineato la necessità di convocare un Tavolo regionale con le Istituzioni locali e con i sindacati, l´unico modo per assumere decisioni importanti sulla sorte del cantiere stabiese". "Chiediamo pertanto al Ministro - affermano i parlamentari del Pd - di convocare urgentemente il Tavolo regionale che egli stesso, come più volte ha dichiarato, ritiene fondamentale per le sorti di Castellammare. Inoltre, chiediamo di comunicarci qualsiasi notizia sull´adozione o meno di un nuovo Piano Industriale da parte di Fincantieri". Di seguito, il testo della lettera Al Ministro dello Sviluppo Economico On.le Paolo Romani Signor Ministro, come Lei sa, da tempo lo stabilimento Fincantieri di Castellammare versa in una situazione di grave crisi. La crisi, del resto, riguarda tutto il settore della cantieristica italiana. Negli ultimi anni il sito stabiese ha attraversato momenti di grande difficoltà, con pesanti ripercussioni anche sui livelli occupazionali. Da ultimo la minaccia di chiusura a seguito dell´adozione del Piano Fincantieri, fortunatamente ritirato il 3 giugno scorso. In tale occasione Lei stesso, definendo il ritiro del Piano un passaggio obbligato, ha sottolineato la necessità di convocare un Tavolo regionale con le Istituzioni locali e con i sindacati, l´unico modo per assumere decisioni importanti sulla sorte del cantiere stabiese. Di recente anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a Napoli per testimoniandola propria solidarietà ai lavoratori del sito stabiese, ha lanciato un accorato appello per salvare la Fincantieri e perchè " si intervenga prontamente per non disperdere un patrimonio così importante per il nostro paese". Ci uniamo a questo appello e Le chiediamo di farsene portavoce, incalzando la convocazione del Tavolo regionale, da Lei stesso ritenuta fondamentale. Inoltre, Le chiediamo anche di comunicarci qualsiasi notizia sull´adozione o meno di un nuovo Piano Industriale da parte di Fincantieri. RingraziandoLa per l´attenzione, Le porgiamo i nostri più cordiali saluti. Teresa Armato Alfonso Andria Annamaria Carloni Franca Chiaromonte Vincenzo De Luca Maria Fortuna Incostante