A cura della Redazione
Boscotrecase. Il "Grindcore Fest" tra musica, sport e cultura Alle falde del Vesuvio, in un contesto totalmente immerso nella natura, avrà luogo domenica 26 giugno la prima edizione del "GrindCore Fest". Organizzato dall´associazione sportiva "Grindcore" e presso la loro sede sita in Boscotrecase in Via Luigi Settembrini (poco distante dallo "scasso" di Pezzella) in collaborazione con "Fabio Carfio Comunicazioni & Stradementi (MentiDiStrada)" l´evento è una festa aperta a tutte le persone che amano la musica, lo sport, la cultura e la sana aggregazione nello spazio. Da mezzogiorno a mezzanotte si alterneranno sui due stage (Electro e live) le esibizioni musicali di tantissimi artisti della scena partenopea quali Fucksia e Emiliano Jimmy con djset elettronici, Gerardo Oliva e la compagnia del cervo bianco con musiche e melodie celtico/medievali, i Blue Wave con il loro blues "grezzo", Roberto Moise e la sua musica elettronica, Emilio Rez poliedrico artista oplontino che ha conseguito un forte successo sui palchi romani, The Shak and Speares i quali tra l´altro si esibiranno sul palco del Neapolis 2011 con artisti del calibro di Mogwai, Marlene Kuntz e Skunk Anansie e il duo israeliano/libanese degli Ilhaam Project che con la loro "folk word music" stanno conquistando i cuori degli ascoltatori italiani. Il tutto si concluderà con un Dj Set a cura di Ercolino già fonico e collaboratore di Planet Funk, 24 Grana e Pennelli di Vermeer. Durante la giornata ci saranno inoltre interventi musicali itineranti dei Batacoto, Afrodum e artisti della musica popolare... ma nel calderone di questa "Grindcore Fest 1.0" ci sono anche tante altre attività come quelle sportive (tiro con l´arco, Ping Pong, pallavolo) organizzate dall´associazione sede dell´evento, quelle ludiche (tiro alla corda, gioco del Kuub ovvero l´antenato vichingo delle bocce) ad opera dell´associazione Labe20 e workshop pomeridiani di "Ballo sul tamburo zona agronocerino-sarnese" e di tamburo a cura di "Passi sul tamburo". Sarà presentata anche la rivista di letteratura alternativa "MicroPulp" e il libro "lacrime di poveri christi" di Alessandro Chiappanuvoli con reportage fotografico di János. Sotto il vigneto invece saranno allestiti banchetti con creazioni di artigiani della zona. Durante tutto l´evento sarà possibile usare la "brace sociale" portando della propria carne da arrostire così come ci si potrà abbronzare grazie ai raggi solari nell´area solarium con doccia appositamente allestita. Non mancherà la possibilità di campeggiare la notte del festival in un´area ombreggiata con servizio doccia e toilette Un´ampia area parcheggio sarà disponibile per tutti a pochi mt dalla struttura e ci sarà anche un servizio navetta per chi arriva in treno. Info e contatti fabiocarfiocomunicazioni@gmail.com - 347 05 79 043 (Fabio). COMUNICATO