A cura della Redazione
Pompei. Presentazione del centro commerciale "La Cartiera" E’ stata fissata per mercoledì 15 giugno la conferenza stampa per il lancio del Centro commerciale “La Cartiera”, che secondo gli annunci ufficiosi dovrebbe aprire i battenti nella primavera 2012. A palazzo De Fusco, ad accogliere gli inviati degli organi di stampa, gli imprenditori e le rappresentanze sindacali toccherà al primo cittadino di Pompei Claudio D’Alessio, al rappresentante Coopsette, Gianluigi Lino, ed al rappresentante Fingiochi SpA, Marco Dolcino. In questi ultimi due anni i lavori hanno trasformato l’ex Cartiera di Pompei (dopo averla bonificata dall’amianto) in una moderna area commerciale attrezzata con parcheggi, servizi ed aree pubbliche. Sono stati programmate diverse centinaia di posti di lavoro destinati a diminuire (se non annullare) la disoccupazione giovanile di Pompei. Ricordiamo quali sono gli attori dell’affare riconversione: società Reno De Medici (proprietaria del sito industriale Aticarta), Coopsette (per l’acquisizione e trasformazione dell’area di via Campo D’Aviazione da industriale a commerciale), ufficio della Regione Campania per le aree di crisi, e sindacati dei lavoratori (sono rimasti in campo Cgil e Uil). Nell’area Aticarta è in fase di ultimazione un ipermercato con una filiera di attività commerciali al dettaglio, costituita da una galleria di negozi. Lo stabilimento che produceva cartoncini pregiati per la confezione di pacchetti di sigarette è stato chiuso dalla società Reno dei Medici perché comportava grosse perdite di gestione. Dopo una gara per l’assegnazione del suolo industriale con una procedura speciale prevista per le aree di crisi, che ha registrato il protagonismo del governo e dell’Assessorato all’Industria della Regione Campania (nella passata gestione politica) nei settori specifici delle risoluzioni delle crisi industriali. Alla fine, l’incarico di riqualificare l’area è stato aggiudicato dalla società Coopsette sulla base di una gara pubblica e su progetti comparati in relazione a costi, garanzie e fattibilità. Dopo un iniziale e continuo rinvio dei lavori, ora pare che finalmente l’iniziativa sia pervenuta in dirittura d’arrivo. Resta da sciogliere il nodo che riguarda l’impegno assunto dalla società Trenitalia Spa riguardo ai lavori stradali (in concomitanza con l’eliminazione dei passaggi a livello). Per la Coopsette (ma principalmente per la popolazione pompeiana) è essenziale avere la sicurezza di un agevole collegamento con l’autostrada Napoli-Salerno e le maggiori arterie di smistamento del traffico nel comprensorio. Già una prima variante al piano urbanistico per un ridisegno dell’assetto stradale è stata duramente criticata in Consiglio Comunale perché prevede un muro di sbarramento che esclude via Astolelle dal centro storico. Resta da verificare l’esecuzione effettiva dei lavori stradali preventivati per assicurare alle ditte che opereranno nel Centro commerciale i collegamenti necessari per il regolare svolgimento dell’attività commerciale. MARIO CARDONE