A cura della Redazione
C.mmare di Stabia. Agguato, feriti due giovani. Il sindaco: «Atto ignobile» Un agguato di presunto stampo camorristico è stato messo a segno ieri sera a Castellammare di Stabia, in via Bonito. A darne notizia è l´Ansa. Due giovani di 20 e 18 anni sono rimasti feriti da numerosi colpi di arma da fuoco, e trasportati successivamente all´ospedale San Leonardo. Le condizioni del 18enne sono apparse gravi, tanto da disporre il suo trasferimento al "Monaldi" di Napoli, dove è attualmente ricoverato in prognosi riservata. Sull´accaduto indagano i carabinieri della Compagnia stabiese. Sull´episodio è intervenuto il sindaco Luigi Bobbio (foto). “Gli ignobili rigurgiti di una camorra più volte battuta, ma non ancora, purtroppo, annientata, rischiano di compromettere la ritrovata stabilità civile e democratica della collettività stabiese. Sono sicuro che, ancora una volta, la parte sana di questa città, che rappresenta la stragrande maggioranza degli stabiesi, saprà ricacciare con il suo sdegno e la sua ripulsa la camorra nei tombini dai quali tenta di tracimare”. “L’episodio è, in sé, grave e certamente accomuna aggressori e vittime - continua il primo cittadino -. Castellammare di Stabia deve liberarsi, una volta per tutte, di questo cancro e questa Amministrazione comunale, dimostratasi assolutamente impermeabile al crimine organizzato e da questo inavvicinabile, chiede a tutta la città di fare altrettanto”. “In questi ignobili duelli da guappi di quart’ordine che ancora insanguinano le vie della nostra città non ci sono né buoni né cattivi, ma sono tutti la stessa melma. Presto la città se ne libererà, schierandosi, come già sta facendo, risolutamente al fianco di magistratura e forze di polizia. La nostra parte, anche con il rinnovato impegno della polizia municipale, la continueremo a fare non solo con il ritrovato controllo del territorio, ma anche prosciugando inesorabilmente tutte quelle paludi di illegalità diffusa in cui questi camorristi hanno potuto sguazzare per anni”, ha concluso Bobbio.