A cura della Redazione
Boscoreale. Sociale e sport, progetto per i minori a rischio Sport e sociale, connubbio vincente. Il Comune di Boscoreale ha dato vita al progetto "Dal quartiere alla scuola... in campo", voluto dall´assessore alle Politiche sociali e giovanili, Giovanni Acanfora, in collaborazione con la scuola calcio di Torre Annunziata Boys Savoia 1995. Trenta bambini che vivono in famiglie disagiate, di età compresa tra i 5 e gli 8 anni, saranno i protagonisti di una esperienza molto significativa. Potranno, infatti, frequentare gratuitamente la scuola calcio. "Il progetto - spiega l´assessore Acanfora - è decollato da pochi giorni anche grazie alla preziosa collaborazione del consigliere Mario Trerè. I minori che parteciperanno al progetto, che si svolgerà presso la struttura sportiva di via Montessori - Rione Gescal di via Promiscua -, saranno seguiti da istruttori laureati e laureandi in scienze motorie. La scuola calcio Boys Savoia 1995, in forma gratuita, doterà i trenta calciatori in erba di un kit da gioco da utilizzare per le gare". “La diffusione del fenomeno della devianza giovanile, in progressivo aumento, costituisce un problema di particolare rilevanza e gravità - ha commentato il sindaco Gennaro Langella -. Per arginarlo, come amministrazione comunale, stiamo facendo del nostro meglio per permettere ai nostri bambini, specie quelli provenienti da nuclei familiari che si trovano in particolari condizioni di disagio sociale, di vivere esperienze e percorsi formativi che possano aiutarli ad approcciarsi alla società nel migliore dei modi. Questo progetto - ha spiegato il primo cittadino - tende proprio ad essere un baluardo, un argine contro ogni forma di devianza che fin dall’adolescenza può coinvolgere i minori”.