A cura della Redazione
Pompei. Unità d´Italia, festeggiamenti fino al 4 novembre Proseguiranno per tutto il 2011, fino al 4 novembre, le manifestazioni pompeiane per la celebrazione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Fino a quella data sono in agenda una serie di convegni, inaugurazioni, pubblicazioni ed attività culturali incentrate sulla memoria storica dell’unità del Paese e sulla tradizione locale. Da segnalare l’inaugurazione di un “Angolo della Memoria” nella saletta antistante l’aula consiliare, la presentazione del catalogo “Pompei di nuovo Città” ed una giornata di studio su istruzione ed assistenza sociale sul territorio di Pompei. E’ stato anche organizzato un Cineforum all’aperto dedicato all’opera di Monicelli. Il 2 giugno, festa della Repubblica, è prevista la recita solenne di brani della Costituzione Italiana ed un momento di meditazione sul fenomeno del brigantaggio, lo spettacolo di canzoni napoletane “Nascette ´o tricolore” e la giornata di sport nazionale. Per il mese di settembre sono previsti un convegno storico ed altre iniziative a cura dell’associazione giovanile “Actioninrem”, mentre la prima settimana d’ottobre darà il via ad una mostra garibaldina. Il culmine dei festeggiamenti è fissato per la seconda decade di ottobre, in occasione della “Festa Città di Pompei” quando ci sarà un Carosello storico del comando brigata meccanizzata “Granatieri di Sardegna” ed un convegno su Unità d’Italia e Federalismo. Nella notte tricolore di Pompei (tra il 16 e il 17 marzo) luci artistiche hanno colorato di verde, bianco e rosso il cuore della città mariana. A Pompei sono stati positivi i commenti della gente sulla qualità complessiva dei festeggiamenti commemorativi: eventi, mostre e “dolcezze” dal colore patriottico son stati graditi. Apprezzata la mostra dei documenti inediti del Comune sulla fase tricolore, i caroselli delle auto d’epoca, venti piccoli garibaldini all’inaugurazione della strada intitolata all’Unità d’Italia. "Sono felice e commosso – ha detto il sindaco Claudio D´Alessio - per aver visto tanta partecipazione”. La celebrazione è stata vissuta anche attraverso le prelibatezze preparate dai maestri dell’arte pasticciera pompeiana. “L’Innocente Italia” scultura moderna dell’artista Lello Esposito, che è l’autore del monumento sulle “Torri Gemelle” ha suscitato molta curiosità anche da parte dei turisti. Dal Ministero dei Beni Culturali è arrivato un gradito riconoscimento al Coro dei Bambini ed alla Banda Bartolo. I due cori pompeiani apriranno la settimana della Cultura a Roma il 15 aprile. MARIO CARDONE