A cura della Redazione
Pompei. Gemellaggio con la città cinese di Lijiang Dopo il gemellaggio con Xi´an un´altra città cinese si è “innamorata” di Pompei. Pompei e Lijiang, provincia dello Yunnan in Cina, in ottemperanza ai principi del comunicato ufficiale sulla costituzione di rapporti diplomatici tra la Repubblica Popolare Cinese e la Repubblica Italiana, al fine di promuovere l´amicizia e la reciproca conoscenza tra i due popoli, dopo amichevole consultazione, hanno concordato di voler formalizzare un Patto di Amicizia tra le due città Patrimonio Mondiale Unesco. Le due parti, in conformità al principio dell´equità dei benefici reciproci, si sono impegnate ad incentivare la comunicazione e lo scambio nel campo della conservazione e valorizzazione del Patrimonio Culturale. Il sindaco Claudio D´Alessio ha ricevuto nella sala delle rappresentanze di Palazzo De Fusco una delegazione di Lijiang: il Vicesindaco, Mme Yang Yiben; il Vicegovernatore della Contea, Yulong Mme Mu Zhiying; il Vicedirettore della Soprintendenza, Yang Junxing; il Capo Ufficio degli Affari Esteri, Zhang Liwei; il Presidente della compagnia di viaggi, Li Weiqiang; il Presidente del Gruppo Industriale Tianyu, He Xianghong; il Presidente delle industrie di tessili, Mme Yang Suzhen. Capitale dell´etnia Naxi, Lijiang importante meta del turismo indipendente è soprannominata la “Venezia dell´Est”. La bellezza della parte vecchia della città, attraversata da canali e ponti e da strette vie lastricate in granito dove si affacciano le case caratteristiche costruite in pietra e mattoni di terra rossa e fieno, ha fatto sì che Dayan, il nome antico con cui era conosciuta la città, divenisse una sorta di Disneyland del turismo cinese. COMUNICATO