A cura della Redazione
Boscoreale. Successo per il convegno su energie alternative Un convegno per riflettere sulle opportunità di risparmio offerte dalla energie alternative. A parlarne, a Boscoreale, sono stati chiamati l’avvocato Aldo Avvisati del Foro di Torre Annunziata, professionista esperto in materia, docente in numerosi corsi ed autore di alcune illuminanti pubblicazioni, Francesco Porpora, direttore marketing di una primaria società impegnata nel settore che, delle energie alternative, ha fatto una vera e propria ragione di vita, dedicandosi a tempo pieno alla divulgazione scientifica. Una grande occasione, dunque, per verificare con mano la realtà di quanto vanno affermando, da tempo, gli esperti, e cioè che con le energie alternative si può davvero raggiungere l’obiettivo del risparmio energetico ed anche quello di preservare maggiormente l’ambiente. I relatori hanno offerto relazioni di grande impatto, filmati davvero sconvolgenti per la forza intrinseca di rivoluzionare il concetto di produzione di energia e di costi per la collettività che applicati a singole abitazioni o a piccole comunità, come Boscorele, farebbero risparmiare centinaia di migliaia di euro alle casse comunali e quindi alla collettività. Tra i tanti interventi del folto pubblico quello che il comune si doti presto di impianti fotovoltaici per la produzione di energia pulita a costo zero ed incentivi anche i cittadini a farlo. “Lo sfruttamento del fotovoltaico può rappresentare una risorsa economica per le casse comunali: vera, nuova e, soprattutto, extratributaria. La produzione di energia elettrica sui tetti delle strutture pubbliche può garantire, infatti, un’entrata, una volta tanto, che non gravi sulle tasche dei cittadini. Anzi, un’operazione “energia alternativa” comporterebbe l’azzeramento della bolletta, se non addirittura un utile per il comune. Una possibilità concreta che va nel senso di quella, da me tanto auspicata, Politica delle Entrate fatta di idee ed innovazione e non di semplice quadratura tecnico-contabile dei conti realizzata unicamente attraverso la gestione della voce tributi”. “Peccato che nei lavori di ristrutturazione previsti per le opere pubbliche che pur costeranno un bel po’ di soldi ai cittadini di Boscoreale non si è previsto nulla in merito all’istallazione di impianti fotovoltaici sui tetti. Ancora un’occasione persa. Speriamo che nei programmati lavori di ristrutturazione si faccia diversamente”. Il fotovoltaico conviene anche per le utenze domestiche. I due relatori hanno offerto una panoramica sulle possibilità, gli incentivi e le convenienze tecnico-economiche sancite dalla legge sul cosiddetto conto-energia. Attraverso il racconto di Aldo Avvisati è stata, inoltre, discussa l’esperienza del fotovoltaico realizzato presso i locali annessi alla basilica dell’Annunziata a Torre Annunziata, e di come esso rappresenti una risorsa possibile e soprattutto accessibile. “I comuni, attraverso la sburocratizzazione delle pratiche – ha dichiarato Porpora - possono assurgere ad un ruolo di spinta e di incentivo rispetto alla diffusione di sistemi domestici di produzione di energie alternative”. Gli organizzatori dell´Associazione culturale "Il cittadino", con in testa il presidente Nunzio Tufano, hanno espresso soddisfazione del taglio e dello spessore degli interventi, davvero molto interessanti - e non poteva essere diversamente, visto che si conosce la storia ed il bagaglio tecnico e professionale dei diretti interessati, un po’ meno dell’assenza degli esponenti delle istituzioni, fatta salva qualche eccezione, che avrebbero potuto, ad esempio, valutare le applicazioni pratiche sul nostro territorio. Questo “neo”, tuttavia, non inficia la bontà della iniziativa che andrebbe certamente ripetuta. FRANCO M