A cura della Redazione
Boscoreale. Politiche sociali: analisi e proposte del Pd All’incontro – stampa del 3 aprile 2009 che si è tenuto alle ore 18 in via Matteotti, 16, presso la sede del circolo PD di Boscoreale, sono intervenuti i Consiglieri comunali del PD Luigi Buffone, Lello De Falco e Luca Giordano, nonché Andrea Matrone della segreteria locale e Paolo Persico per la segreteria regionale del PD. Sono state avanzate alcune proposte di merito sui temi dell’infanzia e dell’aiuto alle famiglie in difficoltà, con la consapevolezza che questa è una questione vitale nell’agenda politica e istituzionale di una città come Boscoreale. Tutti i dati ci dicono che una delle prime emergenze che riguardano la città di Boscoreale è quella relativa alla condizione dell’infanzia. Sono troppe le famiglie che vivono una condizione di indigenza o di disagio che conseguentemente si ripercuote sulla cura dei minori. E’ un compito prioritario per le Istituzioni democratiche investire sui bambini, sulla loro educazione, sul loro benessere, sul rapporto positivo con la famiglia e le altre agenzie di formazione. E’ un fatto gravissimo che l’Asilo nido, in costruzione da anni e completato recentemente, sia stato nuovamente vandalizzato perché il Comune non lo ha custodito e perché non si è varata un’ipotesi seria di gestione. Il Partito democratico di Boscoreale propone che la commissione consiliare competente svolga la funzione di commissione d’inchiesta e porti, entro 30 giorni, un rapporto dettagliato in Consiglio comunale in cui si evidenzino le responsabilità, ma si individui anche rapidamente l’iter amministrativo per renderlo agibile e funzionante per il prossimo anno scolastico. Sul complesso delle iniziative per l’infanzia il Partito democratico valuta opportuno che si apra un confronto di merito che coinvolga le forze politiche, l’associazionismo, le comunità parrocchiali, il terzo settore. In primo luogo crediamo si debba definire un pacchetto di interventi per l’edilizia scolastica, per il recupero delle palestre, per la lotta alla dispersione scolastica. Si può rapidamente definire discutendo nel merito dei fondi disponibili, delle scelte da concordare in sede di bilancio comunale, dei possibili finanziamenti da reperire da altri enti. In secondo luogo crediamo si debba partecipare, con progetti precisi e credibili all’iniziativa messa in campo dalla regione Campania, per un programma di sostegno all’infanzia che prevede una serie di possibili azioni che vanno dai progetti integrati 0-3 anni, ai centri di sostegno ai genitori. In particolare Paolo Persico ha annunciato che “la Regione Campania ha messo a disposizione risorse importanti per lo sviluppo dei servizi socio-educativi per l’infanzia, 165 milioni di euro sono un fondo che se ben utilizzato può accrescere significatamene la dotazione di infrastrutture e servizi sul territorio. Pertanto Boscoreale può candidarsi ad essere uno dei luoghi privilegiati per interventi sperimentali di alta qualità che vedano il coinvolgimento anche dell’università e delle maggiori istituzioni educative e sociali del terzo settore”. Lo stesso Persico ha ribadito che “è un segnale morale molto negativo che, per responsabilità della commissione straordinaria e dell’amministrazione comunale, non si sia aperto l’asilo nido e si sia lasciato che si vandalizzasse”. COMUNICATO