A cura della Redazione
Boscoreale. Varato il piano per la raccolta differenziata Si è riunito ieri sera il consiglio comunale, presieduto da Carmine Sodano. L´assise cittadina, tra l´altro, ha approvato il piano dei servizi di raccolta differenziata. Il piano prevede un sistema di raccolta “porta a porta” effettuato sul 70 per cento delle utenze domestiche, mentre sulla rimanente parte del territorio il sistema di raccolta sarà di tipo “stradale”. Per i cittadini residenti in zone meno densamente abitate sarà effettuata una campagna per la promozione del compostaggio domestico della frazione organica. Per le aree interessate al “porta a porta” le famiglie saranno dotate di secchielli da 25 litri attrezzati con sistema antirandagismo, che avranno uno svuotamento con frequenza di tre giorni a settimana. I condomini con più di quattro famiglie, per evitare la presenza di numerose pattumiere sul suolo stradale, è prevista la consegna di bidoni carrellati da 20 o 240 litri sempre con frequenza di svuotamento di tre giorni settimanali. Il piano, altresì, prevede la raccolta della frazione organica da utenze commerciali (frequenza 3/7); raccolta frazione organica da utenze mercatali; raccolta frazione organica dall’area cimiteriale; raccolta imballaggi in carta e cartone e frazioni assimilabili (sono previste tre linee separate); raccolta imballaggi in carta e affini da utenze domestiche (sistema misto porta a porta sul 70 per cento delle utenze e stradale sulla rimanenza. Per la raccolta, le utenze domestiche saranno dotate di sacchi trasparenti. Frequenza di svuotamento a domicilio un giorno a settimana, mentre lo svuotamento stradale sarà di due giorni settimanali); raccolta imballaggi in carta e frazioni affini da utenze dedicate (uffici pubblici); raccolta cartoni da utenze commerciali; raccolta della frazione multimateriale (flaconi per liquidi, bottiglie in plastica contenitori per alimenti ecc.) da utenze domestiche con sistema “porta a porta” su almeno il 70 per cento delle utenze e con frequenza svuotamento 1/7; raccolta multimateriale da utenze commerciali con frequenza svuotamento 1/7; raccolta imballaggi in vetro con frequenza svuotamento 1/7; raccolta ingombranti con frequenza svuotamento 1/7; raccolta RUP (Rifiuti Urbani Pericolosi). Il piano, altresì, prevede lo spazzamento del territorio con sistema manuale e misto meccanizzato/manuale. Il piano a regime prevede l’impiego di 18 unità lavorative. In termini di costi è stato stimato in via previsionale che il piano a regime avrà un’incidenza annua per la raccolta pari ad euro 3.814.768,41 con un costo pro-capite per abitante pari a euro 138,20; è stata stimata invece in circa euro 1.440.000 la spesa per lo smaltimento. A fronte delle predette spese è previsto un ricavo di circa euro 240.000 derivante dai contributi riconosciuti dal CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) per la raccolta del multimateriale leggero. “Sono soddisfatto dell’esito del voto del consiglio comunale - ha affermato il sindaco Gennaro Langella -. Con l’approvazione del piano della raccolta integrata dei rifiuti abbiamo fatto un passo avanti significativo verso la risoluzione di un problema annoso. Siamo consapevoli che il varo di un piano simile, che è impegnativo anche sotto l’aspetto finanziario, da un lato ci permetterà di adeguarci alla normativa, ma dall’altro ahimé graverà economicamente sulla popolazione che già sta soffrendo per la crisi economica. Purtroppo non abbiamo alternative, c’è una legge da rispettare e lo spettro di un commissariamento laddove non diamo esecuzione, nei tempi previsti, a ciò che la legge ci impone”. COMUNICATO STAMPA COMUNE DI BOSCOREALE