A cura di Vincenzo Marasco

Nella mattinata di sabato 6 giugno, il mare di Torre Annunziata ha riservato ai torresi un'amara sorpresa. 

Adagiata sul litorale oplontino, sulla porzione di bagnasciuga dinanzi al Lido Azzurro, è stata ritrovata dai bagnanti, purtroppo senza vita, una tartaruga marina  della specie Caretta Caretta. Del ritrovamento è stato allertato il personale della locale della Guardia Costiera, che accompagnato da un sanitario e dal gestore dello stabilimento balneare, Alfredo Vitagliano, ha provveduto a rimuovere la carcassa dell'animale.

Purtroppo, visto il suo stato in evidente decomposizione, non è stato possibile effettuare accertamenti per stabilirne la morte.

Dell'accaduto sono stati prontamente avvisati i ricercatori della Stazione zoologica di Napoli Anton Dohrn ai quali sono state inviate fotografie dell'esemplare prima che venisse rimosso dal luogo del ritrovamento. I ricercatori hanno ritenuto utile ai fini scientifici e statistici la segnalazione dello spiaggiamento e la visualizzazione delle foto in quanto serviranno per appurare l'età della testuggine che, comunque, non presentava nessun segno di censimento o presenza di apparati di localizzazione.

Il ritrovamento, seppur triste, è da considerarsi comunque un segno positivo che indicherebbe un possibile miglioramento dell'ecosistema marino del nostro golfo.