A cura di Domenico Gagliardi

I proventi derivanti dalle violazioni del Codice della Strada saranno reinvestiti per migliorare la sicurezza urbana. Lo ha deciso la giunta di Torre Annunziata, su proposta dell'assessore Fausta Cirillo. 

In sostanza, per legge, i Comuni devono ripartire tali introiti in ragione di determinati obiettivi volti ad accrescere la sicurezza stradale. 

A tale scopo, queste entrate extratributarie vengono assegnate ad uno specifico capitolo di Bilancio. Per l'anno 2015, i dirigenti di Palazzo Criscuolo prevedono un incasso da parte dell'Ente di 350 mila euro. La metà di questi, ossia 175 mila euro, saranno investiti, per il 50 per cento (87.500 euro), in progetti di potenizamento dei servizi di controllo per la sicurezza urbana, attraverso il prosieguo del turno ordinario del personale del Comando di Polikzia Municipale, e per rimpinguare il Fondo di Previdenza Integrativa dello stesso personale.

Un altro 25 per cento (43.750 euro) verrà impiegato per l'acquisto della segnaletica e di materiale per la manutenzione della stessa. Infine, il restante 25 per cento (43.750 euro) servirà per l'acquisto di beni e cancelleria per la gestione dei verbali, per la manutenzione degli apparati radio-trasmittenti e per il miglioramento della circolazione stradale.