A cura della Redazione
"Graranzia Giovani", il comune oplontino tra gli intermediari del lavoro Il comune di Torre Annunziata ha ottenuto l’iscrizione all’Albo nazionale di intermediazione del lavoro. Una buona notizia comunicata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che permetterà, in futuro, all’Ente oplontino di agire come una vera e propria agenzia dell’impiego. La questione attiene soprattutto al Progetto “Garanzia Giovani”, con il quale il Comune ha ottenuto dalla Regione Campania l’impiego di 71 tirocinanti da impiegare nei vari settori dell’amministrazione. Soddisfatta l’assessore Fausta Cirillo che segue da vicino l’evolversi del progetto. «Siamo in attesa che l’Arlas (Agenzia Regionale per il Lavoro e l’Istruzione, ndr) ci dia l’okey definitivo – ha affermato - in modo da essere operativi al più presto. Nel frattempo invitiamo sia le imprese del territorio che i nostri giovani ad iscriversi al progetto “Garanzia Giovani” collegandosi al portale cliclavoro.lavorocampania.it». Al momento i criteri di selezione sono quelli temporali e territoriali (chi ha inoltrato prima la domanda e chi risiede nel comune in cui opera l´azienda o l´Ente richiedente). Al 31 dicembre 2014 le istanze presentate dai giovani compresi nella fascia di età tra i 15 e 29 anni è pari a 51.154 unità (27.850 maschi e 23.304 femmine), di cui 999 al Centro per l’impiego di Pompei. DOMENICO GAGLIARDI