A cura della Redazione
Ondata di gelo, i consigli della Gori per evitare guasti e rotture di tubature L´ondata di gelo e la forte diminuzione delle temperature di fine anno hanno provocato nei comuni gestiti da GORI la rottura di oltre 3.000 contatori e migliaia di guasti agli impianti di utenza, che hanno determinato un anomalo aumento dei prelievi idrici con mancanze d´acqua diffuse in molte zone, ed in particolare nei comuni di Fisciano, Lettere, Pimonte, Vico Equense e Massa Lubrense. Per far fronte a tale imprevedibile emergenza, GORI ha immediatamente attivato una centrale operativa e un turno di lavoro straordinario che ha visto impegnati oltre 100 tecnici e operatori, rendendo possibile la risoluzione di gran parte dei circa 4500 guasti già segnalati, con il ripristino del regolare servizio. In queste ultime ore si stanno gestendo i guasti ad impianti presso le abitazioni di coloro che hanno trascorso il periodo di ferie lontano da casa, e che solo al rientro stanno provvedendo a segnalare l’anomalia agli impianti interni. Nelle prossime ore è prevista, però, una forte diminuzione delle temperature, accompagnata probabilmente da un´ulteriore ondata di gelo, per cui GORI invita gli utenti ad adottare alcuni accorgimenti che possono limitare l’insorgenza di fenomeni di congelamento dei contatori. In previsione di temperature al di sotto della soglia di zero gradi, è consigliabile ad esempio lasciar scorrere durante la notte un filo d’acqua da un rubinetto interno all’abitazione. Questo accorgimento esclude il permanere dell’acqua in costante immobilismo all’interno delle tubature, che potrebbe congelare e danneggiare quindi l’impianto stesso. Per le abitazioni o i locali non utilizzati nel periodo invernale è invece preferibile provvedere alla chiusura della valvola di intercettazione del flusso dell’acqua posta in prossimità del contatore, svuotando nel contempo l’impianto idraulico privato dall’acqua presente agendo sui rubinetti e proteggendo il contatore con materiali isolanti. COMUNICATO