A cura della Redazione
Natale, finalmente la notte bianca a torre Annunziata Anche Torre Annunziata avrà la sua Notte Bianca. Il 23 dicembre, dalle prime ore serali, la città chiuderà le sue strade principali per dar luogo ad un evento che coinvolgerà migliaia di cittadini e visitatori. Tutto ormai è pronto e proprio mercoledì 26 novembre la giunta comunale ha dato l’ok al programma delle iniziative che dovrebbero svolgersi dalle ore 19,30 fino a notte inoltrata. Una kermesse fortemente voluta dalla Commissione Cultura del Comune oplontino, che già l’anno scorso aveva avanzato una proposta del genere, ma che ora trova finalmente attuazione grazie soprattutto al dinamico assessore al Commercio Carlo Iavarone, il quale si è fatto in quattro per “regalare” alla città un evento mai svolto finora a Torre Annunziata. «Va innanzitutto puntualizzato - spiega Iavarone - che i costi per il nostro Ente sono ridotti al minimo, questo grazie all’aiuto di molti sponsor che hanno accettato con piacere di affiancarci in questa iniziativa». L’unico onere per il Comune è rappresentato dall’allestimento dei palchi, con i relativi service, dove andranno ad esibirsi i vari cantanti e cabarettisti. La giornata del 23 dicembre coincide con il “mercato del pesce” che ogni anno si svolge lungo via De Simone, quindi una “Notte Bianca” all’insegna della tradizione natalizia. Ma, si spera, anche in una boccata di ossigeno per il commercio oplontino, duramente colpito da una crisi senza fine. «Organizzare un evento di queste dimensioni - continua l’assessore - comporta uno sforzo immane. Per questo coinvolgeremo le associazioni dei commercianti presenti sul territorio, la protezione civile, tutte le forze dell’ordine, oltre al corpo dei vigili urbani ed ai volontari. Ma soprattutto vogliamo sensibilizzare i cittadini ad accogliere le iniziative come opportunità di aggregazione e di confronto non come un disturbo, e ridare la possibilità ai commercianti di riappropriarsi delle iniziataive legate alle festività». L’organizzazione della kermesse è stata affidata alla società FDM Production & L.A. Managment che curerà esclusivamente gli eventi in programmazione durante la serata del 23 dicembre. A tal proposito è previsto l’allestimento di due palchi: uno in piazza Cesàro, dove si esibiranno gli artisti di Made in Sud e la cantante Monica Sarnelli; l’altro nei pressi di piazza Giovanni XXIII, dove si alterneranno cabarettisti e la cantante Loredana Daniele, figlia del grande Pino. Previsti, inoltre, animazione per strada e mercatini natalizi sparsi all’interno della grande isola pedonale. Le strade coinvolte saranno corso Umberto I, corso Vittorio Emanuele III (fino all’altezza di via De Simone), via Gino Alfani (fino all’altezza di Rampa Nunziante), piazza Cesàro e piazza Giovanni XXIII. In previsione di una grande affluenza anche da parte di cittadini di altri comuni, saranno allestite ampie aree di parcheggio a ridosso dell’isola pedonale: campo sportivo, darsena dei pescatori, Largo Ferriera Vecchia, molo di Ponente. Inoltre verranno aperte anche alcune scuole cittadine per permettere la sosta delle auto al loro interno. Rimane il punto interrogativo dell’apertura serale degli Scavi di Oplonti. L’Amministrazione comunale è fortemente intenzionata a dare l’opportunità ai visitatori di “godere” delle bellezze archeologiche del sito oplontino, contando nel contempo sulla disponibilità della Soprintendenza di Pompei. Sarebbe il fiore all’occhiello di una Notte Bianca che potrebbe rilanciare in termini positivi l’immagine di Torre Annunziata. BENNI GAGLIARDI (dal settimanale TorreSette del 27 novembre 2014)