A cura della Redazione
Matrimoni civili: ora si possono celebrare anche nella Villa Comunale Nella seduta del consiglio comunale del 23 luglio scorso, è stato approvato il Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili. Tra i luoghi per contrarre matrimonio, oltre alla Sala consiliare di Palazzo Criscuolo, sono stati aggiunti il cortile a pian terreno della sede comunale; la sala convegni e il cortile esterno della sede comunale di via Schiti; la Villa Comunale ed eventuali altri locali idonei di proprietà del Comune, o in concessione, che potranno essere deputati, con atto di Giunta, ad Ufficio distaccato di stato civile, con carattere di ragionevole continuità temporale. Nei giorni feriali la celebrazione dei matrimoni è a titolo gratuito, nel giorni festivi è a pagamento (200 euro). Nei luoghi esterni alla casa comunale il costo è di 300 euro.