A cura della Redazione
Assunzioni Leroy Merlin, interrogazione ai ministri Alfano e Orlando Allarme infiltrazioni camorristiche per le assunzioni nel punto vendita Leroy Merlin a Torre Annunziata. La struttura, realizzata all´interno del centro commerciale Maximall di traversa Andolfi, ha avviato le selezioni per il reclutamento di diverse figure professionali da inserire nel suo organico. Il senatore Vincenzo D´Anna, vicepresidente del gruppo Grandi Autonomie e Libertà (GAL) ha indirizzato una interrogazione scritta ai ministri della Giustizia, Andrea Orlando, e dell´Interno, Angelino Alfano, documento sottoscritto anche dai senatori Paola Pelino (Forza Italia), Erika Stefani (Lega Nord), Lucio Malan (Forza Italia), Anna Bonfrisco (Forza Italia), Giovanni Mauro (Grandi Autonomie e Liberta´), Pietro Langella (Grandi Autonomie e Libertà) ed Eva Longo (Forza Italia). «Nel territorio torrese è segnalata una forte presenza di forze camorristiche e, pertanto, è lecito supporre che anche in questa selezione di assunzioni di personale ci possano essere pressioni provenienti da tali poteri», si legge nell´interrogazione. I parlamentari di Palazzo Madama chiedono, inoltre, «se siano state attivate tutte le attenzioni da parte dei militari addetti al controllo del territorio; ed al ministro della Giustizia, di conoscere se lo stesso fenomeno è attenzionato dall´Autorità giudiziaria e dalla specifica competenza della DDA (Direzione Distrettuale Antimafia)». «E´ opportuno tutelare le legittime aspettative di lavoro da parte di tanti giovani -scrivono ancora i senatori - e far sì che la selezione dei lavoratori sia trasparente, legittima e soprattutto fondata sulla meritocrazia e sulle reali esigenze di occupazione, tenendo conto delle norme in tema di assunzione nel pubblico impiego applicabili ovviamente solo per analogia, trattandosi di attività privata».