A cura della Redazione
L´Ufficio Anagrafe torna a Palazzo Criscuolo. Servizi migliori per i cittadini Completato il trasferimento dell´Ufficio Anagrafe e Stato Civile a Palazzo Criscuolo. Nella giornata del 6 agosto sono stati riaperti al pubblico i locali situati al piano terra del Municipio, la sede storica dell´Ufficio. La cerimonia si è svolta alla presenza del sindaco Giopsuè Starita e dell´assessore Gioacchino Langella. «Ci sono stati dei ritardi dovuti all´adegamento logistico della struttura - ha spiegato Langella -. Da oggi la città avrà un ufficio dignitoso con personale pronto all´accoglienza». l primo cittadino ha parlato di una riapertura e non di una vera e propria inaugurazione. «Un momento importante per la città - ha sottolineato il sindaco - attraverso il quale forniamo un servizio perfezionato agli utenti». Si tratta di uno dei primi uffici comunali a disporre di un accesso per i disabili, considerata la sua collocazione al piano terra. Inoltre, è stato allestita la sede per celebrare i matrimoni civili. Si conclude, così, dopo diversi anni, un´annosa questione legata alla localizzazione dell´Ufficio Anagrafe. Dopo l´avvio dei lavori di ristrutturazione di Palazzo Criscuolo, l´Ufficio Anagrafe fu trasferito in via Mulini Idraulici. I locali, però, non erano accoglienti ed ospitali, a tal punto che un´ispezione dell´Asl ne determinò la loro inadeguatezza sul piano igienico-sanitario, che portò anche ad una sanzione di 15 mila euro a carico del Comune. In passato, diverse forze politiche avevano richiesto il ritorno dell´Ufficio alla sua collocazione naturale, ovvero a Palazzo Criscuolo.