A cura della Redazione
Stadio e palestre, il Comune partecipa al bando per i fondi interministeriali Il Comune di Torre Annunziata parteciperà al bando interministeriale promosso dal Dicastero per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport, e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, per la concessione di risorse finanziare al fine di implementare le strutture sportive sul territorio. Lo ha deciso la giunta con una serie di atti deliberativi con i quali vengono approvati i progetti preliminari di riqualificazione degli impianti cittadini, otto in tutto. In primis, lo stadio comunale Giraud, che necessita di interventi di ristrutturazione ed adeguamento. L’importo richiesto dal Comune è pari a 99.891,80 euro. Ci sono poi le somme da destinare alle palestre dei diversi istituti scolastici oplontini: quella annessa al II Circolo Didattico di via Tagliamonte (99 mila euro), quella della scuola media “Pascoli” (98.993,99 euro), quella del IV Circolo Didattico (99.407,48 euro), quella del III Circolo di via Isonzo (99.500 euro), ed infine la palestra dell’I. C. “Alfieri” di via Gambardella (99.550,00 euro). Tutti questi importi, teoricamente, potrebbero essere interamente finanziati, dal momento che l’art. 1 punto n. 2 del decreto interministeriale che istituisce il bando recita: «Per importi fino ad euro 100.000,00 le somme erogate saranno pari al 100 per cento del costo complessivo dell’intervento». Un discorso a parte meritano, invece, la palestra ed il campo coperto polivalente situati nel complesso comunale di via Provinciale Schiti. In questo caso, l’ammontare degli interventi manutentivi e di adeguamento per la prima è pari a 316.158,75 euro. L’Amministrazione comunale può richiedere un finanziamento di soli, si fa per dire, 265 mila euro. La parte restante, circa 52 mila euro, dovrebbe essere stanziata mediante un’apposita voce in bilancio, facendo ricorso ad un prestito presso la Cassa Depositi e Prestiti. Nel secondo caso, la somma richiesta è di 314.559,00 euro, di cui solo 263 mila finanziabili. La differenza, anche in questo caso di circa 52 mila euro, deve essere coperta con risorse economiche attinte dal bilancio comunale. Ovviamente, bisognerà attendere la graduatoria finale per sapere se tutti, o parte o, maluguratamente nessuno di questi progetti saranno finanziati. Certo è che le risorse economiche messe a disposizione dal Fondo sarebbero una manna dal cielo per il Comune. Sappiamo quanto Torre Annunziata sia una città carente sul versante delle strutture sportive. Una lacuna che, spesso, costringe molte associazioni e società a migrare altrove alla ricerca di un palazzetto dello sport degno di tal nome. FRANCESCO RUOTOLO