A cura della Redazione
Disabili, dal 2015 il nuovo contrassegno. Le istruzioni per il rilascio Non tutti sanno che, a partire dal 15 settembre 2015, i contrassegni arancioni da apporre sulle vetture per identificare la presenza di un disabile, e consentire la sosta dell’auto negli appositi spazi, andranno “in pensione”. Saranno sostituiti, infatti, da nuovi contrassegni di colore azzurro, conformi al modello europeo e validi in tutti gli Stati membri. Diverse le novità che li caratterizzeranno. Innanzitutto, saranno formati da un “fronte” ed un “retro”. Sul primo, visibile dall’esterno della vettura, verranno inseriti il numero dell’autorizzazione, l’indicazione del Comune che ha rilasciato il permesso e la data di scadenza. Sul secondo, che invece non è visibile per chi si trova all’esterno della vettura, saranno apposti il nominativo, la foto e la firma del soggetto autorizzato. Per i cittadini di Torre Annunziata, a rilasciare il nuovo contrassegno è il Comando di Polizia Municipale, a seguito di una apposita istanza da indirizzare al Dirigente del Corpo del Comune oplontino. Occorre allegare la seguente documentazione: - certificato medico-legale, rilasciato dall’Azienda Sanitaria ASL Napoli 3 Sud Distretto 56, attestante la limitazione e/o incapacità a deambulare o, ai sensi dell’art. 4 della legge n. 35/2012, una copia del Verbale della Commissione Medica integrata dell’ASL, legge 104/92, che attesti le impedite o ridotte capacità motorie, con allegata una dichiarazione sostitutiva sulla conformità del verbale all’originale e che quanto attestato non è stato revocato, sospeso o modificato; - Fotocopia documento di riconoscimento, in corso di validità; - n. due foto, recenti, formato tessera. Infine, è necessario apporre la propria firma sul contrassegno. Il rinnovo permanente (durata 5 anni) del permesso è valido per cinque anni ed avviene presentando il certificato del medico curante, il quale confermi il persistere delle condizioni che hanno dato luogo al rilascio del contrassegno, allegando due foto formato tessera, la fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità e opponendo la propria firma sul contrassegno. Nel caso di invalidità temporanea (durata del permesso inferiore ai 5 anni), il rinnovo avviene sempre su presentazione della certificazione medico-legale dell’ASL, che ne indichi l’ulteriore durata. E’ opportuno specificare anche quali siano le regole sul corretto utilizzo del contrassegno. Esso, come detto, ha validità di 5 anni, salvo diversa indicazione di temporaneità presente sulla certificazione medica. Inoltre, non è vincolato ad un singolo veicolo. In pratica, segue il disabile su qualsiasi automezzo si trovi. Dovrà, poi, essere esposto in originale, dall’interno della vettura, nella parte anteriore della stessa (sul cruscotto). Il documento è personale e non può essere assolutamente duplicato o fotocopiato. Infine, è valido in tutta Italia e negli Stati che fanno parte della Comunità Europea. Fino al 15 settembre 2015 è possibile utilizzare ancora i vecchi contrassegni arancioni. Infatti è previsto un regime transitorio entro il quale i Comuni devono procedere alla sostituzione dei “vecchi” contrassegni ed adeguare la segnaletica stradale riferita proprio alle aree di sosta riservate alle vetture che trasportano i disabili. Chi è titolare di un contrassegno di colore arancione con scadenza successiva al 15 settembre 2015 dovrà presentare, entro tempi utili, istanza al Dirigente della Polizia Municipale del Comune di Torre Annunziata, allegando il vecchio contrassegno, due foto formato tessera e una fotocopia del documento di riconoscimento, in corso di validità. Inoltre, si è tenuti alla restituzione in caso di decadenza, decesso o trasferimento di residenza dell’invalido. Per il rilascio del contrassegno è possibile rivolgersi all’ufficio del Comando di Polizia Municipale di via Provinciale Schiti, in zona Rovigliano (tel. 081.535.84.71 - istruttore Ciro Camera). Una delle questioni più dibattute in questi anni, che è stata anche oggetto di diverse pronunce della Corte di Cassazione, riguarda la possibilità di parcheggiare le auto con il contrassegno per disabili anche negli spazi di sosta a pagamento, cosiddette strisce blu, senza dover pagare il “grattino”. Ebbene, in una nota, il Comune precisa che «il rilascio del contrassegno non esonera dal pagamento del ticket nelle strisce blu nel Comune di Torre Annunziata». Quindi, riserviamo a chi ne ha veramente bisogno le aree di sosta delimitate dalle strisce gialle, e non cerchiamo di fare i furbi. A meno che, parafrasando il messaggio che compare sulla segnaletica riservata ai disabili, non vogliamo «prenderci anche il loro handicap»! DOMENICO GAGLIARDI (dal settimanale TorreSette del 5 aprile 2013)