A cura della Redazione
Raccolta differenziata a Torre Annunziata, per molti è ancora un tabù Nonostante i dati positivi sulla raccolta differenziata, che negli ultimi mesi del 2012 ha superato la soglia del 60 per cento, Torre Annunziata è ancora una città in cui l´emergenza rifiuti è sempre dietro l´angolo. Oltre al fenomeno delle discariche abusive sparse soprattutto nelle zone periferiche, si aggiunge la problematica legata alle difficoltà inerenti la corretta attuazione della raccolta differenziata. In un manifesto affisso in città, a firma del sindaco Giosuè Starita, della V Commissione consiliare Ambiente e del consigliere delegato De Stefano, si parla di «una situazione di grave e forte disagio in relazione alla raccolta differenziata». Le cause sarebbero da collegarsi alla «inadeguata applicazione delle norme sulla raccolta differenziata da parte di una esigua fascia di cittadini». Tuttavia, ci viene da pensare che se i disagi sono «gravi e forti», tanto esigua quella fascia di cittadini non sarà! In ogni caso, è evidente che in molti non riescono ancora a differenziare correttamente i rifiuti, mischiando tra loro diverse tipologie e rendendo, dunque, vano ogni tentativo di contenimento dei costi di conferimento in discarica della frazione indifferenziata. Se i rifiuti, infatti, non vengono frazionati secondo la loro tipologia (umido, secco, plastica, carta, ecc..), sarà più difficile, e di conseguenza più oneroso, lo smaltimento in base ai principi della differenziata. Inoltre, c´è da considerare che spesso non vengono neanche rispettati gli orari (dalle ore 20 alle ore 24) di deposito dei rifiuti nei contenitori che poi vanno collocati all´esterno delle abitazioni, secondo la pratica del "porta a porta". Le istituzioni, tuttavia, non mancano di sottolineare che i disagi possono derivare anche dai disservizi in merito alla stessa raccolta dei rifiuti. Quante volte i contenitori vengono svuotati al mattino, in orari di punta, e non durante la notte? Pertanto, i cittadini vengono invitati a segnalare ogni eventuale disservizio o a fornire suggerimenti migliorativi per salvaguardare il decoro urbano. Come fare? Basta inviare una mail all´indirizzo monitoraggiotorre@libero.it o rivolgersi direttamente al Comune attraverso una comunicazione da destinare alla V Commissione all´Ambiente.