A cura della Redazione
Ambiente, verso Rifiuti Zero: il prof. Paul Connett a Torre Annunziata Terzo appuntamento con il ciclo di incontri “Torre Annunziata verso Rifiuti Zero!”, organizzato dall’associazione Oplontiamo. Lunedì 21 gennaio, alle ore 17, l’aula magna della sede IPIA "Galilei" dell’Istituto di Istruzione Superiore “Guglielmo Marconi”, in via Sepolcri, ospiterà l’attesissimo appuntamento con il prof. Paul Connett (nella foto), professore emerito di Chimica dell’Ambiente e Tossicologia presso l’Università Saint Laurence di New York, e fautore della strategia “Zero Waste” (Rifiuti Zero). Si tratta di una corretta pratica di differenziazione tesa ad eliminare del tutto la formazione di rifiuti, e a sfruttarne al massimo le loro potenzialità in ambito energetico e nel loro possibile impiego nel quotidiano, come accade per il compost. «Abbiamo pensato questo percorso in tre tappe, partendo da quelli che possono essere i nostri atteggiamenti quotidiani nella separazione dei rifiuti e nel riutilizzo degli stessi - ha affermato Francesco Alessandrella di Oplontiamo -. La conferenza al “Pitagora”, seguita da oltre cento alunni delle scuole superiori della città, sul compostaggio e riuso è stata molto costruttiva. E l’aver potuto ascoltare da chi, in qualità di amministratore pubblico, sta spendendo tutte le sue energie per realizzare nella sua città quella che sulla carta potrebbe sembrare utopia che l’obiettivo è realizzabile, ci ha dato una forza straordinaria nel chiedere ancora a voce più alta alla nostra amministrazione di attivarsi per aderire al protocollo Rifiuti Zero. Connett ci verrà a parlare dell’esperienza di città enormi come San Francisco. Perché non possiamo farcela anche a Torre Annunziata?». «Si tratta di un evento davvero unico - aferma Giovanni Cirillo, presidente di Oplontiamo -. Riuscire a portare Connett nella nostra città è un risultato davvero molto importante per noi che abbiamo sposato l’ideologia Rifiuti Zero. Per questo dobbiamo dire un “grazie” enorme a Franco Matrone, portavoce della Rete dei Comitati Vesuviani e referente Rifiuti Zero Campania, che ci ha permesso di realizzare questo sogno». Un appuntamento importante, dunque, per l’intera città, alle prese con una crisi ambientale che sembra essere sfociata nella sua massima drammaticità. Intere zone sono completamente invase da ogni genere di rifiuti. L’inciviltà dilagante di coloro che sversano abusivamente in strada è senza freno. In un contesto così desolante, dinanzi al quale sindaco e giunta sembrano non essere in grado di agire efficacemente, ogni soluzione che possa “liberarci” dai rifiuti, nel rispetto dell’ambiente, è quanto di più auspicabile per Torre Annunziata. Sarà il prof. Connett, esimio studioso e profondo conoscitore della materia, ad illustrarci come. «Discutere di alternative ad inceneritori e discariche in un contesto ambientale come il nostro, profondamente ferito da ecomafie e politiche dissennate, costituisce una sfida che dobbiamo e possiamo intraprendere - è il pensiero della dirigente scolastica del “Marconi”, Teresa Farina -. La strategia dei Rifiuti Zero è un metodo che funziona? E, soprattutto, è un metodo esportabile nel nostro contesto? Il dibattito che auspichiamo sia sollecitato da questa conferenza non potrà che contribuire positivamente alla ricerca di modalità alternative nel trattamento dei rifiuti. Ci auguriamo che la classe politica locale e nazionale sappia raccogliere la sfida a mettere in campo coraggiosamente scelte difficili, impopolari e non sempre condivise dai settori produttivi e dagli interessi economici forti nell’interesse della collettività. Rivolgo - conclude la Farina - l’invito accorato alla cittadinanza e alla classe politica a partecipare alla conferenza, perché sia l’abbrivio di un nuovo modo di pensare alla tutela dell’ambiente e della salute delle persone». FRANCESCO RUOTOLO