A cura della Redazione
I commercianti si ribellano: vetrine spente e shopping al buio Metti una sera di Natale a luci spente. Quelle delle vetrine. I negozianti torresi, dalle 17 alle 19 di oggi, hanno deciso di ribellarsi con una singolare iniziativa: lo shopping al buio. Non ne possono più dell’atteggiamento menefreghistico di chi non si è attivato per dotare la città della consueta “veste” natalizia. Non ci sono sforamenti di patti di stabilità che tengano. Si tratta di attenuanti, di giustificazioni che il cittadino non accetta più. Una città a Natale senza luci è un luogo seppellito dalle tenebre. Il nostro buio lo viviamo quotidianamente, oramai in via perpetua da troppo tempo. E non è accettabile che anche una ricorrenza di aggregazione come Natale debba essere caratterizzata da un´immagine anonima priva di segnali identificativi della festa. La crisi economica si combatte anche con un fascio di luce, pur simbolico che possa essere. Il black out organizzato dai commercianti è sintomatico e, allo stesso tempo, restituisce una cartolina desolatamente triste del territorio.