A cura della Redazione
Studenti in piazza per dire «no» alla camorra. Sabato corteo da piazza Cesàro Manifestazione anticamorra a Torre Annunziata. Sabato 24 marzo, da piazza Ernesto Cesàro (ore 11), partirà il corteo di studenti ed associazioni che sfilerà lungo le strade cittadine per giungere in Largo Grazie. "Urli...Amo la libertà" è il titolo dell´iniziativa promossa dal Caffè Letterario Nuovevoci, in collaborazione con “Riferimenti – Coordinamento nazionale antimafie” e con tutti gli Istituti scolastici superiori della città, e con il patrocinio degli Assessorati alla Pubblica Istruzione e Grandi Eventi del Comune di Torre Annunziata. «L’idea è quella di coinvolgere i ragazzi delle scuole, non come semplici spettatori ma come protagonisti assoluti della lotta alla mafia, sotto tutti i suoi molteplici aspetti - spiega Andrea Palmieri, presidente del Caffè Letterario -. Per questo abbiamo chiesto loro di caratterizzare la loro presenza alla manifestazione mediante contributi concreti. Abbiamo avuto una risposta entusiasta da parte di tutti: ragazzi, Dirigenti Scolastici, docenti. E questo è un segno molto importante, per noi!». La giornata sarà caratterizzata da mostre, dibattiti, testimonianze, documentari, musica, all´insegna del messaggio "No alla camorra". In largo Pescatori, all’arrivo del corteo, si svolgerà un concerto degli Afrodum intervallato dalla lettura di brani antimafia per la quale hanno già dato l’adesione Beatrice Federico, vedova di Raffaele Pastore e Don Ciro Cozzolino, in rappresentanza delle vittime della camorra e del mondo della Chiesa. Al concerto interverrà anche il cantautore torrese Ignazio Scassillo, autore della canzone “Il camorrista”. Ci saranno, inoltre, interventi dei ragazzi delle scuole. Nel pomeriggio, presso la sede del Caffè, in Via Gambardella, 13, il programma prevede la presentazione del libro di Pino Imperatore “Benvenuti in Casa Esposito”, con la partecipazione dell’autore e di Edgardo Bellini e una conclusione affidata alla NCO (Nuova Cucina Organizzata), cooperativa sociale di San Cipriano d’Aversa con una degustazione di prodotti. Un evento che assume un significato del tutto particolare alla luce della recente recrudescenza criminale in città, sfociata con l´agguato di qualche settimane fa nei pressi della pizzeria Stella Verde, nel quale sono rimaste ferite due persone. Ampio servizio su TorreSette in edicola da venerdì 23 marzo 2012.