A cura della Redazione
Nuovamente imbrattata la facciata della Pro Loco, la rabbia di Guidone «I writers hanno preso di mira ancora una volta la facciata della Pro Loco di Torre Annunziata». E’ la denuncia di Oscar Guidone, presidente dell’associazione Torresi nel Mondo. Il 9 gennaio scorso, Guidone, che si trova in Germania dove risiede da oltre quarant’anni, è stato contattato da una collaboratrice dell’ente che si occupa di fornire le informazioni ai turisti. «Non potete immaginare la rabbia, l’immensa delusione, la tristezza infinita che mi ha assalito - prosegue il presidente dei Torresi nel Mondo -. L’ultima volta, ad ottobre, siamo stati impegnati nella riverniciatura della facciata esterna della Pro Loco. Abbiamo anche avuto un incontro con gli studenti del vicino Istituto “Graziani” per sensibilizzarli affinché si prendano cura della zona e cerchino di evitare, in futuro, simili episodi. Con questo, cari studenti, non voglio dire che siete stati voi. Mi domando cosa dobbiamo ancora fare per evitare questi scempi». Nell’agosto del 2009, i Torresi nel Mondo ripulirono e restaurarono la sede della Pro Loco in via Sepolcri. In questi anni, però, la stessa è stata oggetto diverse volte di atti di vandalismo. E, puntalmente, il sodalizio presieduto da Guidone si è impegnato nella sua risistemazione. «Via Sepolcri, soprattutto dopo il restyling della strada e dell’arredo urbano, si candidava a diventare un percorso turistico fino al centro di Torre Annunziata. Invece, è stata scenario di scippi ed atti vandalici che hanno interessato sia la sede della Pro Loco che i lampioni fatti installare dal Comune. I turisti sono una risorsa per Torre. Accoglierli in questo modo vuol dire farli scappare via. Ora - conclude Guidone - credo che spetti all’Amministrazione comunale provvedere alla sorveglianza e tutela dell’unico ufficio turistico presente sul territorio». foto di repertorio