A cura della Redazione
Via Sepolcri, i cittadini chiedono il ripristino del ponte Manifestazione di protesta dei cittadini di Torre Annunziata e Boscotrecase per il ponte di via Sepolcri. Ieri sera, un centinaio di persone si sono date appuntameno in via Vittorio Veneto, nei pressi della strada chiusa da sei anni a causa dell´abbattimento dell´infrastruttura, demolita nel 2006 per consentire i lavori di realizzazione della terza corsia dell´austostrada Napoli-Pompei-Salerno e mai più ricostruita. L´assemblea-dibattito è stata indetta da Usicons, Movimento per la Difesa del Territorio Area Vesuviana e Collettivo Area Vesuviana, che hanno denunciato le lungaggini e le promesse non mantenute ad opera delle Istituzioni circa l´installazione del ponte. "Ponte di via Sepolcri, una vergogna lunga sette anni", "Ospedale senza il ponte sei già morto". Erano questi alcuni degli slogan lanciati nel corso della manifestazione, che è stata del tutto pacifica, anche se ha comportato il blocco della cirolazione veicolare intorno alle ore 19,30, quando i manifestanti si sono riversati in strada. La vicenda legata al ponte di via Sepolcri continua a destare sdegno nella popolazione, in particolar modo per i disagi che i cittadini dei due comuni vesuviani stanno vivendo a causa della mancata pesenza del ponte. Dalle difficoltà per il raggiungimento del cimitero e dell´ospedale, ai giri "panoramici" a cui sono costretti i residenti della zona per recarsi presso le loro abitazioni.