A cura della Redazione
Giornata dedicata all´ambiente e al volontariato: "Puliamo il mondo" Boscotrecase. Con la giornata dedicata all´ecologia e al volontariato nel rispetto del proprio ambiente, Boscotrecase si è vista invadere da decine di persone in giallo che hanno aderito all´iniziativa nazionale lanciata da Lega Ambiente: "Puliamo il mondo". All´iniziativa hanno risposto i Comitati in lotta per il territorio, Le Mamme Vulcaniche che hanno aderito, come al solito compatte, l´Istituto Comprensivo "D´Angiò" di Trecase, il Comitato Cittadini per il Parco e l´associazione "Slow Food", tutti sotto il cordinamente della sezione della Lega Ambiente di Ottaviano "M. Beneventano". I volontari, datisi appuntamento presso l´arcinota rotonda Panoramica di Boscoreale, hanno preso d´assalto la località di Boscotrecase denominata "Fruscio", nel cuore del parco Nazionale del Vesuvio", zona da tempo preda dell´insensibilità umana, di coloro che, senza scrupolo alcuno e rispetto per il creato, vi hanno abbandonato di tutto. I volontari accorsi, seguiti anche dagli amministratori della municipalità di Boscotrecase, si sono trovati dinanzi ad uno spettacolo raccapricciante fatto di ogni tipo di rifiuto, dall´ingombrante, fino al pericoloso amianto che già tempo fà era stato messo in sicurezza da squadre specializzate in attesa della rimozione definitiva. Il Sindaco di Boscotrecase, Agnese Borrelli, ha dichiarato che per l´iniziativa e la bonifica delle aree soggette a questo incivile fenomeno è stato stanziato un fondo di circa 25 mila euro onde poter fronteggiare le situazioni più pericolose e urgenti. E intanto crescono le preoccupazioni sulla sversatoio di Cava Sari, poco distante dal luogo dell´intervento di questa mattina, come dichiarato da alcuni membri del movimento "Mamme Vulcaniche" dopo l´ispezione fatta ieri con il Sindaco Langella, il cui stato risulterebbe congestionato e nuovamente malgestito, come dimostra anche il continuo fetore che diventa insopportabile durante le ore notturne e nelle prime ore del mattino. V.M.