A cura della Redazione
Circumvesuviana, pagati gli stipendi. L´azienda chiede ritorno alla normalità AGGIORNAMENTO ORE 17,00 - La Circumvesuviana ha pagato gli stipendi ai lavoratori con due giorni di anticipo rispetto alla data prevista del 2 settembre. A darne notizia è l´Ansa. L´azienda di trasporto ha inoltre chiesto ai propri dipendenti di sospendere lo stato di agitazione, che era stato proclamato dalle organizzazioni sindacali in virtù della mancata corresponsione alla scadenza degli emolumenti. ORE 11,59 - Prosegue lo stato di agitazione dei lavoratori della Circumvesuviana, che lamentano il pagamento in ritardo degli stipendi da parte dell´azienda di trasporto. Anche per oggi 31 agosto, sono previste soppressioni e ritardi dei treni. Il servizio non sarà effettuato sulle linee Napoli-Ottaviano-Sarno, Torre Annunziata-Poggiomarino e Napoli-San Giorgio (via Centro Direzionale). Inoltre, sulla linea Napoli Sorrento sono stati soppressi i treni delle ore 7.07 (direzione Sorrento) e 6.25 (direzione Napoli). L´azienda ha comunque predisposto un servizio automobilistico sostitutivo, eccezion fatta per la linea Napoli-San Giorgio. In tal caso sarà possibile utilizzare i mezzi del trasporto pubblico urbano. Intanto, nella giornata di lunedì 29 agosto si è svolta una riunione pressso il Comune di Terzigno tra i sindaci di Boscoreale, Boscotrecase, Terzigno, Striano, Pompei, Poggiomarino, S. Anastasia e San Valentino Torio avente ad oggetto la "chiusura momentanea e la eventuale riduzione di corse della Circumvesuviana su alcune linee riguardanti il comprensorio vesuviano". "La paventata forte riduzione dell´esercizio ferroviario - si legge nel comunicato diramato al termine dell´incontro - penalizzerebbe non solo l´intera popolazione locale in alcune ore degli ordinari giorni feriali, ma rischierebbe di rendere ancora più intenso il traffico veicolare nell´intera provincia e nella stessa città di Napoli. Inoltre, essendo la Circumvesuviana l´unico reale mezzo di trasporto dell´intera fascia vesuviana, non potendo ususfruire di tale servizio, i cittadini sarebbero costretti a sobbarcarsi ulteriori oneri finanziari, in un periodo di così grave e riconosciuta crisi economica". I sindaci hanno dunque chiesto un incontro urgente con il presidente della Regione, Stefano Caldoro, l´assessore Sergio Vetrella e l´amministratore delegato della Circumvesuviana, Gennaro Carbone, per discutere della situazione. Dal canto loro, i lavoratori chiedono che venga attivato un servizio di comunicazioni al pubblico sulle pagine di Facebbok, al fine di informare in tempo reale gli utenti circa l´evolversi dell´intera questione.