A cura della Redazione
Via Sepolcri, mobilitazione del gruppo "Insieme per il ponte" Ponte di via Sepolcri, mobilitazione del gruppo spontaneo di cittadini "Insieme per il ponte". Mercoledì 22 giugno, dalle ore 19.00, si svolgerà un corteo silenzioso, senza simboli e bandiere di parte, dalla interruzione di via Sepolcri, lato Torre Annunziata, che attraverserà via Veneto, risalirà per via Principio, per concludersi nei pressi della interruzione di via Sepolcri, lato Boscotrecase; il tutto sempre in modo pacifico e legale. Per favore accorrete in massa! Donate un’ora del vostro tempo per dimostrare che Torre e Bosco ci sono, che le città si uniscono quando ci sono importanti questioni da definire! Ve lo chiediamo con tutto il cuore! La ricostruzione del Ponte può essere la madre di tutte le iniziative del territorio! Se l’obiettivo sarà raggiunto, avremo la forza di affrontare i singoli problemi uno per volta, fino a risolverli uno per uno! Tutti insieme, adulti e ragazzi, associazioni e istituzioni, lavoratori e datori di lavoro, partiti e sindacati, artigiani e professionisti, giornalisti e sacerdoti…, a prescindere dalle posizioni sociali, economiche, culturali, politiche. Se ci sono discussioni e scontri su altri temi, sul Ponte bisogna essere un soggetto unico. Facciamo sentire il fiato sul collo delle autorità che giovedì 23 giugno si riuniranno presso l’Assessorato Regionale ai Lavori Pubblici. Una nostra delegazione sarà presente all’incontro, accompagnata da una folta comitiva di cittadini. Dopo il 23 si terrà un’assemblea pubblica con la presenza di ciascuna autorità interessata, che spieghi cosa ha fatto e cosa intende fare, a breve, per la ricostruzione del Ponte e poi risponda alle domande degli intervenuti; ogni autorità assente sarà simboleggiata da una sedia vuota, per stigmatizzare il suo disinteresse per la vicenda. Si è inoltre già attivato un pool di avvocati, che assisterà legalmente, in piena gratuità, tutti i cittadini che intendono citare in giudizio i responsabili per chiedere il risarcimento dei danni individuali provocati dall’abbattimento e dalla mancata ricostruzione del Ponte. Rivogliamo il Ponte! MICHELE DEL GAUDIO