A cura della Redazione
Del Gaudio: «La prossima volta dovrò smentire di essere un camorrista» Riceviamo la nota di Michele Del Gaudio alla quale l´ex magistrato allega la lettera di monsignor Raffaele Russo, peraltro già pubblicata in un altro nostro servizio. Nel tramettere per correttezza la lettera di Mons. Russo, ringrazio tutti coloro che mi hanno fatto pervenire messaggi di condivisione ed incoraggiamento, ringrazio tutti coloro che mi hanno criticato. Preferisco non aggiungere altro. Ho manifestato il mio pensiero non per sostenere che ho detto la verità, o per dimostrare che ho ragione, ma per sensibilizzare ad una riflessione profonda anche su argomenti che il quieto vivere consiglierebbe di non affrontare. Mi preme solo smentire la notizia messa in circolazione, secondo la quale prenderei una pensione da ex deputato di 15.000 euro al mese. A parte che non vedo cosa c´entri con Chiesa e camorra, ma è falsa. Non percepisco alcuna pensione da ex parlamentare, la riceverò dopo i 60 anni, dall’ottobre 2012 e, da informazioni assunte, dovrebbe aggirarsi sui 1.500, 1.700 euro. Salvo errori di memoria sulla cifra, ho versato di tasca mia 700.000, 800.000 lire al mese per cinque anni. La prossima volta dovrò smentire di essere un camorrista, per aver toccato un altro argomento scomodo? Perdonatemi ancora. MICHI DEL GAUDIO