A cura della Redazione
Ausiliari del traffico, Vincenzo Sica scrive al sindaco Giosuè Starita Pubblichiamo una lunga ed articolata nota, a firma dell’amministratore delegato della Oplonti Multiservizi, Vincenzo Sica, avente per oggetto il contratto di servizi tra il Comune di Torre Annunziata e la società di via Maresca per la gestione della sosta a pagamento su alcune aree cittadine. La missiva è indirizzata al sindaco di Torre Annunziata, Giosuè Starita. Accolgo con vivo piacere, da notizie di stampa (Metropolis 31.3.2011), che Lei, finalmente, comincia ad interessarsi della gestione della sosta a pagamento su alcune aree cittadine, anche nell’ottica della repressione di eventuali fenomeni di illegalità, per i quali altre Forze dell’Ordine, già da tempo, prestano la propria corretta attenzione. Ma, indipendentemente da auspicabili attività di repressione, desidererei rappresentarLe, ancora una volta, in sintonia con le deliberazioni assunte dall’organo amministrativo della società, la situazione in ordine ai rapporti giuridici in essere, per il servizio della sosta a pagamento. Preliminarmente, desidero ricordare a me stesso, che “l’ausiliare del traffico” è una figura professionale istituita dalla c.d. Bassanini bis, che va ad integrare i soggetti cui sono demandati i servizi di Polizia Stradale compresi nell’articolo 12, comma 1, lettera e) del Codice della Strada. Essi svolgono la loro attività, previo decreto sindacale. Se non ricordo male, tra l’altro, la stessa legge Bassanini bis, prevede che l’organizzazione del relativo servizio è di competenza degli uffici o dei Comandi a ciò preposti. Con una norma introdotta successivamente, si è confermata la natura di Pubblico Ufficiale dell’ausiliare del traffico, con potere di contestazione immediata. Orbene, indipendentemente, però, dalla normativa, Le posso garantire che i “nostri” ausiliari del traffico, auspicherebbero, da tempo, di essere integrati, come a mio avviso sarebbe giusto che sia, nell’ambito delle più ampie attività di Polizia Locale, al fine di indirizzare e dirigere, sostanzialmente, la loro attività quotidiana che, chiaramente, si integra in quelle più ampie previste in materia di viabilità. Le posso assicurare, inoltre, che sono degli “umani” e fino a prova contraria, anche persone degne e si sentirebbero gratificati nel partecipare ad incontri con il Sindaco, piuttosto che con l’assessore delegato, con il dirigente della Polizia Locale o con altri loro colleghi, per rendersi parte diligente ed operativa contribuendo a concertare l’organizzazione dei servizi sul territorio cittadino. Per quanto attiene invece ai rapporti con questa società, in ordine alla gestione del servizio, sono costretto a rappresentarLe, quanto a Lei sicuramente non sfuggirà, in ordine a quanto segue: - Il Consiglio Comunale di Torre Annunziata, in data 30.11.2009 su Sua proposta, ha deliberato, tra l’altro, di prorogare, nelle more dell’espletamento delle procedure di gara, l’affidamento del servizio di gestione delle aree di parcheggio a pagamento a questa società, alle medesime condizioni di cui al contratto n. 717 del 24.3.2006 (la cui proroga dal 1.1.2007 al 31.12.2009, era stata già oggetto di una deliberazione di G.M.); - Il Consiglio di Amministrazione di questa società, in data 21.12.2009, deliberava la proroga al 31.3.2010 del contratto, richiamando l’attenzione anche sulla corrispondenza intercorsa con il Dott. Visone, in ordine alla opportunità di attivare il corso di qualificazione per i collaboratori a progetto Sigg. Contieri Gennaro e Sentiero Domenico. - la decisione del CdA è stata comunicata all’Ente Comunale, in data 2.2.2010, prot.gen.com. n. 2621; - la comunicazione è stata riscontrata con nota del Dr. Visone prot.gen.com. n. 2829 del 2.2.2010; - con nota del 8.4.2010 prot.gen.com. n. 8688, il competente Dirigente, comunicava ha comunicato che “risultano ancora in itinere le procedure per lo svolgimento della gara di appalto, ad evidenza pubblica, per l’affidamento a ditta specializzata del servizio suddetto, si ritiene sussistano tuttora le condizioni di cui alla deliberazione del Consiglio Comunale”. ; - il Consiglio di Amministrazione, con deliberazione del 27.4.2010, ha aderito alla richiesta, prorogando il termine al 30.6.2010; - in data 28.6.2010, la scrivente società, ritenendo assolutamente congruo un tempo di circa 7 mesi per l’espletamento di una gara ad evidenza pubblica, ha comunicato la cessazione dei rapporti di lavoro, a far data dal 1.7.2010; - con nota del 30.6.2010, prot. 166/CA/10 – il competente dirigente, ha ribadito che la procedura di gara è ancora “in itinere”; - le attività affidate alla scrivente società, con determinazione del 1.7.2010, sono state prorogate; - in data 15.11.2010, si è tenuta una riunione con i dipendenti addetti al servizio, nel corso della quale gli stessi hanno rappresentato, tra l’altro, la precarietà del rapporto, attesi i ritardi da parte del Comune, relativi all’espletamento della gara per l’affidamento del servizio. - il Consiglio di Amministrazione della società, riunitosi in data 19.11.2010, ha deliberato di cessare al 31.12.2010, i contratti a progetto, in essere dal 1.4.2004, con 4 collaboratori; di prorogare fino al 31.3.2011 il contratto per la sosta a pagamento; di produrre una dettagliata relazione all’Ente committente; - in data 30.11.2010, è stata prodotta la relazione, richiedendo un incontro. Ad oggi questa società attende ancora che l’incontro sia fissato! Ho avuto da tempo percezione di direttive impartite per i rapporti tra il Comune committente e questa società, non sicuramente produttive, ma ci sono argomenti delicati che investono la corretta gestione di servizi pubblici, che andrebbero affrontati con la normale diligenza di pubblico amministratore. Colgo l’occasione, infine, per comunicarLe, come avrà già saputo, che, giusta deliberazione del Consiglio di Amministrazione del 17.1.2011, si è dato mandato al Presidente del Consiglio di Amministrazione, di procedere alla stipula dei verbali di conciliazione con gli ex-collaboratori a progetto, con contratti in essere dal 1.4.2004, sigg. Contieri, Improta e Sentiero, prevedendo la relativa assunzione a far data dal 1.4.2011. I responsabili del servizio mi informano che stanno tentando da diversi giorni di concordare con il Comando Polizia Locale, l’organizzazione del corso di qualificazione, ma, allo stato, senza esiti. Mi consenta, inoltre, di rilevare, anche in ragione di quanto da Lei affermato nell’intervista giornalistica, che non risulta che questa “famosa” gara sia mai stata avviata, nonostante il dirigente riferisse di attività “in itinere”, nè risulta che tale servizio sia stato compreso tra quelli di cui all’oggetto della gara per la gestione dei tributi locali. Pertanto stiamo agendo in regime di “prorogatio”, già dal 1.1.2010, nelle “more” di una procedura non ancora avviata. Mi corre l’obbligo di rappresentarLe infine, che il Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 29.3.2011, ha deliberato per l’ennesima proroga, al 30.6.2011. In attesa di riscontri, Le porgo cordiali saluti. L’amministratore delegato Dott. Vincenzo Sica