A cura della Redazione
Metalfer, raggiunto l´accordo con la Bennu Yachts. Riassunti gli 81 operai Fumata bianca ieri in Regione per la questione Metalfer. Dopo cinque ore di trattative e discussioni è stato sottoscritto l´accordo che prevede il rilancio dell´ex stabilimento di via Terragneta. La Bennu Yachts, azienda nautica, ha assunto l´impegno di assumere gli 81 lavoratori dell´ex Metalfer, attualmente in mobilità. Alla riunione erano presenti l´assessore regionale al Lavoro, Severino Nappi, l´amministratore delegato della Tess, Leopoldo Spedaliere, il sindaco di Torre Annunziata, Giosuè Starita, l´assessore alle attività produttive oplontino, Mario Conte, oltre ai rappresentanti sindacali di Ggil, Cisl, Uil, Fiom, Fim e Uilm. In rappresentanza della Bennu Yachts erano presenti l´architetto Arturo Cesarano e l´avvocato Massimo Lanfranco. La società, che già da dicembre 2010 ha acquisito il sito industriale in comodato gratuito, a breve firmerà il contratto di compravendita con la Tess per una somma che si aggira intorno ai 10 milioni di euro. Entro marzo, inoltre, sarà presentato il piano industriale per il rilancio dello stabilimento con il numero di operai da reimpiegare nelle lavorazioni. La Regione accompagnerà il percorso di formazione degli 81 lavoratori in cambio della loro assunzione. Anche il comune di Torre Annunziata farà la sua parte favorendo lo snellimento delle procedure amministrative e la realizzazione di infrastrutture indispensabile per lo sviluppo del polo nautico, quale la vasca di alaggio. Soddisfazione per l´accordo raggiunto è stata espressa da parte dei sindacati. "Portiamo a casa un risultato molto positivo. Ora occorre solo rispettare gli impegni assunti nei tempi stabiliti".