A cura della Redazione
Iniziati i lavori per il ripristino del ponte di via Sepolcri Sono iniziati i lavori preliminari che consentiranno il ripristino del ponte di via Sepolcri, a Torre Annunziata. Un risultato atteso da cinque anni dalle comunità di Torre Annunziata e Boscotrecase. Questa mattina, presso gli uffici dell’assessorato regionale ai Lavori pubblici, si è tenuta una riunione operativa tra i rappresentanti di tutti gli Enti impegnati nella risoluzione del problema. Entro la fine del mese di febbraio saranno ultimati gli interventi di immissione delle acque reflue nel collettore Consarno, dopodiché la società Autostrade Meridionali potrà procedere con il posizionamento di un nuovo ponte sull’A3. All’incontro hanno partecipato l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Eduardo Cosenza, il vicepresidente della commissione regionale Lavori Pubblici e Urbanistica, l’on. Raffaele Sentiero, il consigliere regionale Mario Casillo, componente della stessa commissione, il sindaco di Boscotrecase, Agnese Rosaria Borrelli, l’ingegnere Bruno Mercurio del settore Cia della Regione Campania, e gli ingegneri Michele Cioffi e Silvio Sicignano del Commissariato delegato per l’emergenza Sarno. L’ultimazione dei lavori di manutenzione straordinaria, per l’immissione dei reflui nella galleria Consarno tramite pozzo a vortice, avverrà entro il 7 febbraio. Il commissariato per l’emergenza Sarno affiderà, poi, i lavori di collegamento nel tratto di fogna a valle dell’autostrada, che immette nel pozzo a vortice. Secondo le stime dei tecnici, entro la fine di febbraio l’intera procedura potrebbe concludersi. Le parti si incontreranno nuovamente lunedì 14 febbraio per verificare l’attuazione del cronoprogramma. Il ponte di via Sepolcri fu abbattuto nel 2006 per consentire la realizzazione della terza corsia dell’autostrada A3 Napoli-Pompei-Salerno. Problemi di natura tecnica non hanno reso possibile il collegamento tra la rete fognaria e il collettore, di fatto bloccando il prosieguo dei lavori. Dopo anni di silenzi e rinvii un passo decisivo è stato compiuto nei mesi scorsi con la convocazione, da parte del vicepresidente della IV Commissione regionale, Raffaele Sentiero, di tutte le parti in causa. “I tempi dettati nella precedente riunione di dicembre sono stati rispettati - ha affermato il consigliere regionale di Noi Sud -. Un risultato, questo, frutto del confronto tra i vari Enti, che per anni è mancato su questa tematica. Confermo il mio impegno a seguire da vicino ile procedure - ha aggiunto il consigliere regionale di Noi Sud -, fondamentali per dare risposte al territorio non solo di Torre Annunziata ma di tutto l’hinterland vesuviano”. COMUNICATO