A cura della Redazione
Cava Sari, nuovo presidio dei manifestanti alla rotonda di via Panoramica Nuovo blitz delle forse dell´ordine, nel primo pomeriggio di ieri, al rinato presidio antidiscarica della rotonda di via Panoramica a Boscoreale. Gli agenti hanno nuovamente intimato ai manifestanti presenti di smantellare il nuovo gazebo allestito. Dopo la prima smobilitazione da parte delle autorità, con l´ausilio dei vigili del fuoco, avvenuta qualche settimana fa, il "popolo antidiscarica" ha deciso di impiantare una nuova struttura metallica amovibile. Alcune delle donne presenti sul luogo al momento dell´intervento del funzionario di polizia, si sono incatenate alla tendostruttura in segno di protesta e contro l´ordine di sciogliere, per la terza volta, il presidio. Dopo di ciò, gli agenti hanno preferito allontanarsi dal riferendo ai presenti che poi sarebbe intervenuta una squadra di vigili del fuoco per portare a termine lo sgombero. Cosa che, fino a stamane non è stata ancora eseguito. I manifestanti sperano, almeno, nel buon senso della legge. E stanotte, sempre sulla rotonda, i manifestanti, accompagnati da alcuni consiglieri comunali d´opposizione di Boscoreale, sono riusciti ad effettuare alcuni controlli sugli autocompattatori in transito e diretti a Cava Sari. Durante questi controlli, alcuni dei mezzi, provenienti dal sito di stoccaggio di Torre del Greco, Cava Balsamo, sono stati rispediti al mittente in quanto il carico trasportato non sarebbe risultato in regola con l´accordo dei 18 Comuni della zona rossa risalente al novembre scorso. V. M.